Da marzo 2018, a contendersi il titolo 12 personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport, uniti dalla passione per la cucina

 

Il cooking show più amato della tv si sdoppia anche quest'anno. Dopo il successo della scorsa edizione, dalla prossima primavera torna Celebrity MasterChef, in onda dal mese di marzo su Sky Uno HD. Prodotta da Endemol Shine Italy, come per la prima edizione la gara fra i cuochi amatoriali non si disputerà fra gente comune: a contendersi il titolo di Celebrity MasterChef 2018 saranno 12 celebrity, scelte dopo centinaia di provini fra personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo e del giornalismo uniti dalla passione per la cucina ai fornelli.

 

La nuova edizione di Celebrity MasterChef, di cui sono appena iniziate le riprese a Milano, vede schierati nella cucina della MasterClass la scrittrice, sceneggiatrice e giornalista Barbara Alberti, l'ex calciatore ora dirigente sportivo Lorenzo Amoruso, l'attrice e cantante Serena Autieri, la showgirl Laura Barriales, la “zia d'Italia” Orietta Berti. E ancora l'attore Davide Devenuto, la campionessa olimpica Margherita Granbassi, l'astronauta Umberto Guidoni, il campione di rugby Andrea Lo Cicero, il volto di Sky Sport Valerio "Fayna" Spinella, la cantante Anna Tatangelo e il celebre arbitro attuale imprenditore Daniele Tombolini.

 

Volti del piccolo schermo, campioni dello sport e protagonisti del mondo del giornalismo e dello spettacolo italiano: tutti i concorrenti, indistintamente, fronteggeranno la stessa tensione e le stesse sfide che da anni vengono affrontate dagli aspiranti MasterChef. Nessun trattamento di favore, nessuno “sconto” nelle prove rispetto alla versione classica del format: Mystery Box, Invention Test, il temutissimo Pressure Test ed anche le prove in esterna.

 

Dodici personaggi e dodici storie, legate alla buona tavola e alle tradizioni culinarie di ciascuno di loro. Come sempre, tutti dovranno dimostrare talento, creatività e molta tenacia per garantirsi i favori della temutissima giuria formata da Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo.