di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


I suoi occhi sono un arcobaleno. Perché la sua è una vita a colori. E ora c'è una doppia possibilità per entrare in questi raggi luminosi. La prima, unica, è venerdì 12 maggio alle ore 19.40 su Sky Uno, la seconda è rispettivamente venerdì 19 e 26 maggio all'Auditorium Parco della Musica di Roma e al Teatro degli Arcimboldi di Milano col suo live. Ma impedibili sono le sue confessioni a tutto...pantone in Uno in Musica - Lodovica Comello in programma su Sky Uno il 12 maggio alle ore 19.40. E ora eccoci a chiacchierare con Lodovica. Ci siamo visti, l'ultima volta, nella sala stampa del Festival di Sanremo, pochi mesi fa, dove lei era in gara con Il cielo non basta. Un saluto e una chiacchiera in uno dei rari momenti in cui quel frullatore è fermo. Un sorriso, un a presto a Milano e ora eccoci a intrufolarci nella sua vita.

Lodovica pronta per il doppio live?
Ci sto lavorando! Sono impegnata tra scenografie e luci.
Fantasmagorie alla X Factor?
No. Sarà un concerto tradizionale con la mia band. Due soli protagonisti, la mia musica e io.
Cosa ci regalerà?
Un viaggio temporale che parte dai miei due dischi e arriva fino alle nuove canzoni. Ci aggiungerò alcuni inediti. E vorrei si percepisse la sensazione del tempo che scorre.
Una sfida?
Voglio vedere se il pubblico è preparato. Il palco lo ho lasciato da due anni con la fine dell'esperienza con Violetta.
Da allora il suo pubblico è cresciuto, cambiato e moltiplicato.
So che nella stagione di Violetta mi sono fatta un po' odiare: tanti genitori sono stati costretti ad affrontare spettacoli e situazioni per loro assurde. Ma poi, col mio percorso televisivo, credo di avere conquistato tutti.
Ha fatto progetti che si realizzano in due vite...cosa la attende nel prossimo futuro?
Andando verso l'estate ci sarà qualche altra data, scriverò nuove canzoni, mi ritaglierò un po' di vacanza e chissà...magari qualche sorpresa.
Uno in Musica - Lodovica Comello: ce lo presenta?
Ho raccontanto il mio mondo a 360 gradi.
Difficile?
In alcuni momenti commovente.
La conosceremo meglio?
Chi mi segue e conosce dagli inizi...mi conosce meglio di me, potrebbe sostituirmi in questo speciale di Sky Uno: sarei io sotto esame. Per gli altri è un racconto sincero.
Lei è sempre stata sincera, va riconosciuto.
Non ho scheletri nell'armadio.
Le manca l'Argentina?
Molto. Non è stato facile separsi. Va detto che ho un marito argentino per cui almeno una volta l'anno torno a Buenos Aires. Il momento più magico e arrivare a Baires dopo le nostre feste di Natale e trovare il caldo. Lo ammetto là ho lasciato metà del mio cuore.