di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


Un nuovo inizio a 20 anni, anzi a 19, significa che in mano hai un poker d'assi. Che nel caso di Gaia Gozzi, finalista a X Factor 2016, si traduce in curiosità, intraprendenza, voce e talento. Anticipando le aspettative, ma superandole per il risultato, ecco Fotogram, il singolo che tira la volata al disco che verrà. La abbiamo intervistata mentre sono in pieno svolgimento gli ultimi casting per l'edizione 2017 di X Factor, che arriverà su Sky Uno dopo l'estate.

Gaia ci siamo visti due mesi fa, quando ha aperto il concerto di Giorgia, e le tempistiche erano lunghe, poi, improvviso ma fresco e gioioso, il singolo Fotogramas: che è successo?

Un nuovo inizio. Sono cose belle quando accadono. Sto portando avanti il mio progetto di musica cantautorale e col mio produttore Mauro Cogliati abbiamo deciso che qualcosa doveva iniziare a prendere forma.
Perché Fotogram? Avrà avuto pronti altri brani.
Abbiamo provato a buttare giù due strofe in portoghese, che è la mia lingua, e io volevo ripartire dalle origini. Poi c'è l'inglese. In tutto questo c'è anche la complicità di Roberto Rossi. E una certezza.
Quale è?
Sono una sognatrice. Canto l'amore con le mie parole.
Una cantautrice.
Mi piace l'idea. ho sempre amato i cantautori. Come loro, senza presunzione, cerco di rendere immagini con parole semplici.
Questo ragionare per immagini sembra un ammiccamento al cinema.
Ho neanche vent'anni, non mi precludo niente. Le porte sono tutte aperte, la musica è l'ispirazione.
E lei chi è?
Una persona curiosa e intraprendente che cerca sintonie.
Fotogram invece?
La continuità di un percorso avviato con X Factor.
Una continuità spiazzante.
Forse. A me trasmette energia quando lo ascolto. E comunque un po' ha ragione perché io ci vedo continuità ma per chi ascolta è il brano più fuori dalla linea tenuta finora.
Scopriamo una Gaia multi-personalità.
Ragiono per sfaccettature non per generi. Non dimentichiamo che ho 19 anni e un mondo da scoprire.
Gaia l'apolide della musica le piace?
Ci sta. la musica mi piace tanto e non voglio precludermi alcuna strada. Non amo le categorie e lo dimostrerò col mio album che sarà poliedrico e vario.
Sorprese prima dell'estate?
Dire di no.
Anche due mesi fa lo aveva detto.
Giusto. Credo di no ma non ci scommetto: meglio?
Sì. Che farà in estate?
Qualcosa in giro...non ho ancora una agenda definita.
Un anno fa era in coda per i provini di X Factor: che dice a chi c'è oggi e sogna di diventare come lei?
Me lo chiedono in molti soprattutto sui social: l'arma vincente è essere se stessi e cantare col cuore.
A distanza di tempo le pesa non avere vinto?
E' stata la mia vittoria, quella.
Davvero?
Mi ha evitato un album frettoloso e non maturo. E Fotogram è solo l'inizio!