di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)

E' tornata al Forum di Assago per la prima volta dopo la finale di X Factor 2016, che la ha vista assoluta protagonista. E ci è tornata per aprire, dopo quello di Mantova, anche il concerto milanese di Giorgia. Un privilegio, una bella cosa, il risultato di una amicizia nata proprio sul palco di X Factor e che si è consolidata nel tempo. Gaia Gozzi la incontriamo nel suo camerino esattamente alle spale del palco. Per lei tre canzoni davanti a un Forum esaurito da tempo. Sorride, è rilassata, sa che la sua storia artistica sta giocando una partita importante. E lei la percorre senza fretta.

Gaia cominciamo da questa collaborazione con Giorgia.
Bellissima. Anche un po' inaspettata. Poi a Mantova ha fatto per me una cosa che credo sia unica.
Cosa ha fatto?
Mi accingo a salire sul palco, Giorgia mi saluta e io la ringrazio…doveva finire lì.
E invece?
Lei sale sul palco con me e mi prepara e invita la gente ad avere una giusta conoscenza di me. Inizia a dire cose toccanti che mi riguardano, io mi emozionavo e dovevo cantare. Mi ha fatto sentire una artista vera e propria, mi ha descritta come un’artista pari a lei.
Come nasce questa empatia?
Alla finale abbiamo duettato su Will I Pray e alla fine mi ha detto che le ho dato emozioni. Io la stimo come artista e come persona. Dopo la finale le ho scritto ringraziandola, lei mi aveva lasciato un bigliettino con scritto: è stato bellissimo, spicca il volo. Mi ha fatta sentire a mio agio, mi ha accompagnata nell’inizio di un nuovo percorso.
Dopo Mantova la ha voluta a Milano.
E' stata la prima volta che tornavo al Forum dopo la finale. Non dico di sentirmi a casa, non sono ancora degna di affermarlo, ma lo vedo come un luogo noto. Mi sono sentita subito molto carica.
Cosa sta facendo?
Stiamo preparando il nuovo singolo. Ci sto lavorando col produttore Fausto Cogliati. Per ora ci sono due lavori, siamo in fase decisionale. Li amo molto. Entrambi. Voglio fare un bel lavoro sul video, un video deve avere un senso.
Cosa le resta di X Factor?
Devo molto al talent di Sky Uno. Riconosco che in questi mesi ho cercato di staccarmi da quella bella frenesia che ti resta addosso. Ora sono carica.
Sono aperte le iscrizioni a XF11: un anno fa c'era lei, oggi che consigli si sente di dare?
Occorre una buona struttura emotiva, bisogna essere traquilli con se stessi e con gli atri. Se non stai bene con te stesso puoi essere Celine Dion ma avrai difficoltà. E’ una esperienza importante: può portare a tanto e serve metterti un po' di leggerezza addosso.
Un consiglio secco?
Divertirsi e usare il cuore.
X Factor le ha moltiplicato i fan: come sta vicina a loro?
Sto diventando social. I fan possono aspettare mesi per un album ma non un giorno senza saper dove sei e cosa fai…voglioni sentirti presente.
Vi sentite con gli ex di X Factor?
Certo. Abbiamo un whatsapp per i quattro finalisti, li sento e ci vediamo. Ma anche con gli altri. A X Factor si diventa una famiglia.

Le iscrizioni a #XF11 sono aperte e i primi casting ufficiali di questa edizione si avvicinano! Iscrivetevi su xfactor.sky.it/casting o chiamando il numero 0423.402300. Ci vediamo presto!

XF11, Casting on the Road: gli appuntamenti:
7 aprile Taranto, piazza Maria Immacolata
8 aprile Lecce, piazza santoronzo
8 aprile L'Aquila, corso Vittorio Emanuele - zona 4 Cantoni
9 aprile Brindisi, piazza Vittoria
9 aprile Santa Maria Capua a Vetere, piazza I ottobre
10 aprile Salerno, piazza Cavour
14 aprile Rimini, piazza Cavour
14 aprile Palermo, piazza Unità d'Italia
15 aprile Bologna, piazza XX Settembre
15 aprile Messina, via Pozzo Leone 5
16 aprile Genova, piazza De Ferrari
16 aprile Catania, piazza Tricolore (di fronte Plaza Hotel)