Si presenta in maniera semplice ed essenziale la proposta gastronomica della trattoria “Gaudenzio”, uno dei locali protagonisti della decima puntata di 4 Ristoranti, in onda martedì 31 gennaio alle 21.15 su Sky Uno, che vedrà Alessandro Borghese impegnato a scovare la miglior trattoria urbana di Torino.

La trattoria urbana Ma cos'è di preciso una trattoria urbana? Secondo Alessio Zuccaro, cuoco della Gaudenzio fin dall'apertura del locale, un “porto di mare”, ma di classe. “Le trattorie nascono come posti dove si va a sfamarsi, senza troppi formalismi. I nostri clienti assaggiano ricette particolari, è vero, ma non glielo facciamo pesare troppo”. Un locale “easy”, ma con un menù di lusso e prodotti di alta qualità accessibili a tutti: “Ad esempio, serviamo tutti i vini al calice, senza necessità di comprare la bottiglia. In questo modo permettiamo a chiunque di bere dei vini molto costosi”. E anche le tapas sono molto raffinate, perfette quando si vuole provare qualcosa di sfizioso ma non si ha abbastanza fame per un piatto intero.  

Qualità alta, servizio informale  Il titolare della trattoria Gaudenzio è Stefano Petrillo, appassionato di teatro e infaticabile viaggiatore che ha dato vita a un locale a sua immagine e somiglianza. Come racconta il suo chef, Petrillo è partito con l'idea di fondere una cucina gourmet con uno stile conviviale, due concetti che di solito non vanno a braccetto nei ristoranti. Alla trattoria “Gaudenzio”, invece, qualità alta e servizio informale sono i principi guida: “Non ci serve che il cameriere faccia una lunga introduzione sul piatto che serve, né vogliamo creare un ambiente elegante al punto di mettere a disagio chi ci entra. Ci piace avere un rapporto informale con i nostri ospiti, abbassarci alla loro altezza quando prendiamo le ordinazioni e stabilire una relazione il più possibile amichevole. Il nostro approccio funziona talmente bene che spesso le nostre serate finiscono con i vari tavoli uniti e i cuochi in sala a bere con i clienti”.

I piatti forti della trattoria Gaudenzio  Lo chef della trattoria Gaudenzio è pronto a stupire Alessandro Borghese con i suoi piatti migliori, come il risotto  “acquerello” (una varietà piemontese molto rinomata), con purea di zucche e ostriche. O come l'ampia scelta di piatti veg: si va dallo gnocco vegano, pasta di patate con crema di cima di rapa e piccante, all'antipasto vegano con carote, crema di sedano e polvere di nocciole. “I nostri piatti hanno di norma tre ingredienti che in cucina cerchiamo di mixare, giocando molto sulle consistenze – afferma Alessio Zuccaro – . Devono stupire rimanendo semplici, risultare ricercati ma allo stesso tempo essenziali”. Una sfida che si ripropone non solo durante 4 Ristoranti, ma ogni sera nella cucina della trattoria Gaudenzio.