di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


E ora si torna alla normalità. Ma con la consapevolezza che quello che fino a poche settimane fa era un sogno può diventare realtà. Gaia Gozzi ha dribblato ostacoli e scetticismo e solo i Soul System hanno frenato la sua rincorsa al trono di X Factor 2016. Ma con i suoi 19 anni, la sua voce e la sua personalità è come avesse vinto. La abbiamo incontrata il giorno dopo il gran finale del talent musicale di Sky Uno.

Gaia come sta?
Stanca ma felice. Ho dormito pochissimo.
L'onda lunga della tensione?
Anche, ma soprattutto volevo godermi il momento con gli amici, il mio ragazzo e la mia famiglia.
Una girandola di emozioni.
E' stata una nottata intensissima, non realizzo ancora quello che mi è successo.
Da domani che accadrà?
Intanto entro nel mondo normale, due mesi rinchiusi è alienante ma è anche vero che è il modo migliore per concentrarsi al meglio.
Ha duettato con Giorgia.
E' stato molto emozionante, lei è una persona di cuore e quando si crea questa magia è tutto più bello. Era come fossimo sole nel nostro mondo.
Il Forum ha applaudito a lungo.
E’ arrivato alla gente e vale una vittoria. Il mio obiettivo non sono i vocalizzi estremi ma entrare nel cuore della gente.
Immaginiamo che essere al fianco di una artista del calibro di Giorgia non sia facile.
Tendo a non fare paragoni soprattutto in campo musicale ma quando mi ha detto io mi appoggio su di te e tu su di me…non è da tutti vista la differenza di livello tra noi. Però mi ha fatto sentire sicura di me stessa.
Avere in mano il proprio EP emoziona?
Sono scoppiata a piangere, il vedere concretizzato quello che ho fatto finora. Ero incredula: vederlo fisicamente, tenerlo in mano. Un sentimento estremo.
Che dice del suo giudice Fedez?
Mi ha dato molto, abbiamo avuto poco tempo per parlare dopo la serata. Ci siamo visti un attimo alla festa e mi ha abbracciato.
E' arrivata seconda: cosa è mancato?
Non ho alcun rimorso, ho fatto tutto come dovevo. La finale resterà uno dei momenti più belli della mia vita, ho dato il massimo. Io sono contentissima comunque.
Davvero nessun dubbio?
Guardi, vincere sarebbe stato bellissimo ma io voglio in primis emozionare le persone. Ho l'inedito che passano in radio ed è già quello un dono che non mi aspettavo.
Ora che farà?
Intanto torno nella mia Viadana a riassaporare la normalità.
La musica?
Ne riparleremo presto.