Terzolas è un tranquillo paese di montagna in perfetta sintonia con la natura, dove è impossibile non lasciarsi rapire dalla magica atmosfera del Natale. Tra le sue stradine ha messo radici la Corte dei Toldi, uno dei locali che lo chef Alessandro Borghese visita durante la quarta puntata di 4 Ristoranti per incoronare il miglior cenone natalizio. Ad attenderlo ha trovato Andrea Daprà che insieme al fratello Alessandro ha dato vita a un luogo dove genuinità e creatività in cucina incontrano un’ospitalità serena, ricca di suggestioni, sfruttando le materie prime e le tradizioni della splendida Val di Sole in Trentino.

Creatività e numeri in cucina – L’estrosità dell’arte sommata alla razionalità della matematica. È anche questo la Corte dei Toldi. I due proprietari del locale, infatti, sono un ex matematico e un maestro d’arte che a un certo punto della loro vita hanno deciso di buttarsi anima e corpo in una nuova avvincente avventura. Così hanno deciso di trasformare delle antiche cantine medievali, un tempo adibite alla conservazione e alla stagionatura di formaggi, salumi e vini, in uno splendido ristorante dove è facile ritracciare le due anime diverse ma complementari dei due fratelli Daprà. Oggi Andrea si occupa dell’accoglienza dei clienti nelle vesti di oste in sala, mentre Alessandro ne diletta i palati dietro i fornelli: uno schema riproposto anche durante la puntata di 4 Ristoranti.  

Atmosfera d’altri tempi – Antiche volte a crociera in pietra a vista avvolgono la sala da pranzo, che risulta particolarmente calda ed accogliente grazie all’arredamento in profumato larice antico. Il risultato è un ristorante rustico ma elegante allo stesso tempo. Un mix che Andrea spera possa aiutarlo a conquistarsi un buon punteggio per quanto riguarda la “location”. Sicuramente depone in suo favore la splendida corte da cui si accede al locale e che ha dato il nome al ristorante, completato con lo storico soprannome di famiglia, per l’appunto Toldi.

La tradizione di fa avanguardia – Andrea e Alessandro fin da subito hanno voluto puntare su piatti tradizionali rivisitati creativamente. Il passato che si respira dentro il locale non poteva che essere il punto di partenza da cui decollare per un viaggio all’insegna della sperimentazione, adeguando i sapori di una volta alle moderne sensibilità. Così, utilizzando prodotti naturali, selezionati attraverso un’attenta ricerca delle migliori materie prime disponibili in ogni stagione, e tecniche innovative, i fratelli Daprà portano a tavola piatti ricchi di spunti e dai sapori mai banali. Ferventi sostenitori della sostenibilità, Andrea e Alessandro propongono anche “Menù a Filiera Trentina” che vengono preparati con almeno due ingredienti che provengono esclusivamente dal ricco territorio circostante. Tutti elementi valorizzati davanti ad Alessandro Borghese.