Nell'arrivare al ristorante “Sissi Stube” di Cogolo di Pejo, uno dei locali della quarta puntata di 4 Ristoranti, in onda martedì 20 dicembre alle 21.15 su Sky Uno, Alessandro Boghese deve aver pensato di avere fatto un salto nel tempo e nello spazio. Il ristorante, situato all’interno dello Chalet Alpenrose, offre ai suoi clienti l’atmosfera autentica di una casa tirolese dei secoli scorsi, quelle in cui soggiornavano i nobili austriaci durante le loro vacanze sulle montagne.

 

La stanza di Sissi - “Sissi Stube” significa letteralmente “la stanza di Sissi” e il riferimento è alla celebre principessa Elisabetta di Baviera, moglie di Francesco Giuseppe d’Asburgo. Stube è invece il nome che si dà alla stanza principale della casa nelle tradizionali abitazioni del Tirolo, le eleganti villette in legno con i balconi ornati di fiori bianchi e rossi che punteggiano le vallate sia dalla parte austriaca che da quella italiana del confine. L’ambiente della “Sissi Stube” è stato pensato per essere il più vicino possibile alla tradizione: interamente rivestita in legno d’abete del ‘700, la sala da pranzo ha al centro una grande stufa a legna risalente al XIX secolo. Anche i tavoli sono antichi e alle pareti sono appesi i ritratti di Francesco Giuseppe ed Elisabetta, per un ristorante che abbina alle tonalità del legno quelle del bianco e del rosso, colori della bandiera austriaca e di quella tirolese (e perfetti per una puntata di 4 Ristoranti in cui Alessandro Borghese è alla ricerca del cenone di Natale più originale).

 

Un tirolese doc - Proprio dal Tirolo italiano arriva Tiziano Dossi, lo chef di questo locale: “I piatti a cui mi richiamo fanno parte della storia dell’Impero austro-ungarico. Fino a un secolo fa - aggiunge - il Trentino era parte dell’Austria e io voglio riscoprire i sapori dell’antica gastronomia di queste valli. Della tradizione tirolese". Tiziano Dossi pesca piatti come gli “Schlutzkrapfen”, deliziosi ravioli a mezzaluna, che riempie con patate e prugne e manteca con speck croccante e burro. Ma anche le “Palline di neve”: farina, ricotta, grana del Trentino e una glassa di mascarpone fanno da scudo a un cuore di casolet, formaggio a latte crudo tipico della Val di Sole. Il Tirolo è protagonista anche nei dolci della “Sissi Stube”, come capita con lo strudel di mele impreziosito da salsa di vaniglia e frammenti di  Lebkuchen, i biscotti natalizi tipici fra tutte le popolazioni di lingua tedesca, dalle Alpi al mare del Nord.

 

La cucina bio - L’obiettivo dello chef è che nel suo ristorante si “mangi natura”, come spiega: dalla colazione alla cena, le portate sono ricche di prodotti bio a chilometro zero. Marmellate e torte fatte in casa, muesli biologici, salumi e formaggi delle valli trentine sono l’orgoglio di Tiziano Dossi, che vuole regalare ai suoi ospiti un’immersione autentica nei sapori della cucina locale. “Ogni settimana - commenta lo chef - andiamo nell’orto di una famiglia vicina per prendere tutto quello che ci serve, impossibile avere una filiera più corta di così”. Alessandro Borghese e i suoi commensali hanno così lla possibilità di verificare di persona la freschezza e il gusto dei prodotti della Val di Sole: perché il Trentino e l’Alto Adige non si visitano soltanto, si gustano anche.