di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


E' la cantante dei numeri. Piccoli e grandi. E comunque sono moltiplicatori di emozioni. Adele Laurie Blue Adkins, conosciuta semplicemente come Adele, ha pubblicato tre dischi, ognuno intitolato con la sua età quando è uscito, quindi 19, 21 e 25, e ha venduto oltre 31 milioni di album. I suoi concerti, compresi quelli italiani all'Arena di Verona dell'estate 2016 (saggiamente organizzati da D'Alessandro & Galli), sono andati sold out in un respiro: ecco perché Adele - Live in New York proposto da Sky Uno ... diventa un documento eccezionale, unico nel suo genere per due motivi: il primo è che il live di Adele al Radio City Music Hall aveva come pubblico solo di fan e pochissimi giornalisti, secondo perché le decine di migliaia di persone che non sono riuscite a entrare nell'arena scaligera potranno sognare. Come ha sognato lei, nel 2013, quando ha vinto il Premio Oscar come Migliore Canzone per Skyfall, il brano che la title track dell'omonimo film di James Bond, il terzo della saga nata dai libri di Ian Fleming.

Classe 1988, inglese di Londra, Adele nasce con la sola mamma visto che i genitori si sono separati che lei aveva due anni. La mamma, la ha partorita all'età di 18 anni, ha cresciuto la figlia con amore, devozione e intelligenza. Quando ha intuito le sue doti vocali, ascoltandola canticchiare prima Spice Girls e Destiny's Child poi, a 13 anni, Ella Fitzgerald e Etta James, non obiezione quando manifesta il desiderio di iscriversi alla BRIT School di Croydon, una celebre scuola di musica frequentata in quella stagione anche da Jessie J.

Che stava nascendo una star si intuisce col primo singolo Chasing Pavements cui segue l'album 19, prodotto da MarK Ronson. Che la stella è nata i telescopi della musica lo rivelano nel gennaio 2011 quando inizia a splendere il suo secondo disco 21 trascinato dal singolo Rolling in the deep. A novembre dello stesso anno si ferma per un intervento alle corde vocali ma 21 va e diventa il quarto album più venduto di sempre in Gran Bretagna. Non ha fretta, pensa a stare bene. Diventa mamma e non vuole perdersi le gioie della maternità per restare in groppa alla fama. Non ha questo problema. I fan la aspettano quattro anni, fino al 2015, quando, preceduto dal singolo Hello, pubblica 25. Ora è una cometa, la sua luminosa scia illumina milioni di persone nel mondo. Tutti sedotti dal suo saper essere normale in un mondo di fenomeni.