Nel II secolo a.C. la via Emilia era una strada consolare fatta costruire da Marco Emilio Lepido per facilitare il dominio di Roma sulla Pianura Padana. Oggi è una strada statale che collega Rimini a Piacenza, attraversando una regione ricchissima dal punto di vista gastronomico. Tante le tappe gustose sulla strada, tante le specialità che le città emiliane offrono, con piatti tipici che cambiano anche a pochi chilometri di distanza.

Alessandro Borghese ha il non troppo ingrato compito di assaggiarne e scoprirne alcune nella prima puntata di 4 Ristoranti, che va in onda martedì 29 novembre alle 21.15 su Sky Uno. Il format della trasmissione è quello consolidato: 4 ristoratori si sfidano offrendo un menu a testa allo chef, accompagnato di volta in volta dagli altri tre concorrenti. Dopo il conto, i voti: sia Borghese che gli altri ospiti devono esprimere un giudizio da 1 a 10 su location, qualità del menu, servizio e costo delle portate. In questo tour gastronomico, Alessandro Borghese fa tappa a Reggio Emilia, a Scandiano (RE), Parma e Modena, alla ricerca della migliore pasta fresca d’Emilia (ma non si fa mancare salumi, dolci e ottimi vini).

La prima puntata - Locali molto diversi fra loro si affrontano nel primo appuntamento di 4 Ristoranti giunto alla terza edizione. A Reggio Emilia c’è “Marta in cucina”, ristorante nato dalla fantasia e dall’amicizia di tre chef provenienti da diverse regioni d’Italia: non solo cappellacci e tagliatelle innaffiate con abbondante Lambrusco quindi, ma anche antipasti sorprendenti e non strettamente emiliani. A Modena comandano i tortellini di pasta fresca, plasmati dalle mani delle donne dell’Antica Osteria Vecchia Pirri, ma anche i dessert non lasciano indifferenti. Il Mentana 104 di Parma non è un vero e proprio ristorante: lo si capisce dall’atmosfera informale che si respira, ma non certo quando si mangia, visto che offre un menu gourmet di raffinati piatti da bistrot. Storia, arte e cucina si fondono al Ristorante Osteria in Scandiano, provincia di Reggio Emilia: si assaggiano deliziosi tortelli e carne emiliana mentre si ammirano opere d’arte alle pareti e le mura di una rocca medievale fuori dalle finestre. Un inizio di stagione sprint per 4 Ristoranti, alle prese con una domanda parecchio difficile: in quale posto dell’Emilia si mangia meglio.