di Paolo Crespi

L’eterno dilemma su chi fosse meglio fra i Beatles e i Rolling Stones, riportato in auge (con tanto di cover band e giudizio di Max Paiella al Teatro Greco di Roma dal 22 al 27 novembre) dalla coppia di critici musicali Castaldo & Assante (“Cugini di campagna tutta la vita”, è la scelta da outsider di Fiorello), apre la 28ma puntata dell’Edicola, caratterizzata dall’urlo (silenziato per motivi di buon vicinato) di Fausto Leali che tenta invano, a più riprese, di spiegare la voce nel celebre incipit di “A chi”, ma anche dai commenti caustici di Dagospia, alias Roberto D’Agostino, che segue in diretta iPad i titoli che occupano le prime pagine dei giornali di oggi.

A 18 giorni dal Referendum si parla in chiave di buonumore del “veto” renziano al bilancio dell’Unione europea (“Signori!”), della guerriglia anti-Trump condotta dal narcotrafficante messicano El Chapo (che rivela “sono figlio di Al Chapone”), della quarantennale, presunta, parrucca di Mick Jagger, della birra anticolesterolo promossa nel mese della prevenzione (l’Oktoberfest) e della “Paper House”, una villetta americana tirata su tutta con la carta da giornale e ancora in perfette condizioni, dopo 95 anni… Alla Cofanella non resta che mostrare il più comune riuso domestico del quotidiano: l’imballaggio di piatti e bicchieri prima di impilarli nel tradizionale scatolone.

Dall’esterno si collega a sorpresa Sabrina (Gabriella) Ferilli: impietosa sull’evoluzione politica del compagno Fausto Bertinotti nelle file di CL (“prima i preti li mangiava, ora li lecca”), la rossa non manca di esprimere la sua preferenza per il miele di sinistra, prodotto esclusivamente da “api operaie iscritte al sindacato”. Tra le news volanti c’è poi quella del drone utilizzato dal marito geloso, hi-tech, per sorprendere la moglie con l’amante: se lo brevettasse si chiamerebbe il “cornudrone”.

Ridendo e scherzando sono ormai del 8 del mattino e all’ospite musicale Fausto Leali è finalmente concesso di lanciare il suo celebre grido di battaglia. Ma poi, dato che siamo al Festival-bar, tempio del playback, al “negro bianco” tocca anche, per contrappasso, di mimare il falsetto di “Anima mia”, evergreen dei citati Cugini di Campagna… Più a suo agio con “Io camminerò”, cantata da tutto lo studio, the voice si tratterrà con Fiorello & C. per animare la versione serale, schitarrata, dell’Edicola. Da non perdere, su Sky Uno HD e TV8.