di Paolo Crespi

 

Aperta via iPad, a studio vuoto, da una “scabolata tesa” di Sandro Piccinini, l’inventore (non a caso) di “Controcampo”, la puntata di oggi dell’Edicola di Fiorello è naturalmente caratterizzata dall’election day americano con titoli (italiani) come “La grande paura”, “La casa sbianca” o “The House of Trump”. Per stemperare il clima, il più grande showman italiano improvisa dal bollino rosso “The Lady is a Tramp”.

 

Ma ci sono anche le notizie di casa nostra, come il selfie di Luigi Di Maio insieme al fratello di un boss che se la cava dicendo “non sapevo chi fosse”, la cittadinanza russa reclamata, dopo Depardieu e Steven Seagal, anche da Ornella Mutin (sic!) o il calciobalilla proposto dalla giunta Raggi per alleviare le generose attese alle fermate dei bus romani: “a quando i ferri da maglia per le signore?”.

 

All’insegna della par condicio i riferimenti al referendum costituzionale, con l’appello al voto dei giovani e lo stacchetto swing di Piji Siciliani ispirato a Vasco Rossi (“C’è chi dice no” vs “C’è chi dice sì”) e le “porte aperte” della Leopolda commentate in diretta dalla pasionaria Gabriella (Sabrina) Ferilli. E mentre il regista Paolo Sorrentino, intrappolato per l’eternità nella regia del programma, conferma le indiscrezioni sul suo prossimo film dedicato alla figura di Francesco Facchinetti (“The Young Pooh”), “D’improvviso” il ventunenne Lorenzo Fragola, neo docente degli aspiranti finalisti di Area Sanremo, abbandona la rete di protezione del playback (un po’ approssimativo) e si cala nell’atmosfera dello studio per rievocare le prove del passato (vittoria a X-Factor 8, quinto posto Sanremo 2016…) e quelle del futuro: una fra tutte, il fatidico esame per la patente di guida. Poi si unisce al conterraneo Fiorello per un saluto a Franco Nisi, storica voce di Radio Italia, e a gentile richiesta imbraccia “spontaneamente” la chitarra per accompagnarsi nella cover di “Cosa sono le nuvole” dell’indimenticabile Modugno. Stasera, però, “lo rivolteremo come un pedalino… musicalmente parlando”, precisa il conduttore. Sigla.