di Paolo Crespi

 

Appuntamento on the road con l’ospite della puntata odierna dell’Edicola: Noemi arriva in auto in pigiama e cappottino, Meloccaro l’accoglie all’incrocio del bar Ambassador e l’accompagna con la chitarra, stile posteggiatore: “sono solo le 7…” canta lei in diretta dal finestrino, parafrasando un successo sanremese di qualche anno fa. 

 

Ma non è l’unica novità. La puntata che precede il weekend si apre infatti con un altro superospite: niente iPad ma in carne ed ossa, direttamente dalla regia del programma di Fiorello, si affaccia Paolo Sorrentino, premio Oscar per “La grande bellezza” e autore della serie evento The Young Pope che inizia questa sera su Sky Atlantic. Un commento sulla gita da Obama in rappresentanza delle eccellenze italiane? “Una cosa divertente che non farò più”, si smarca il regista citando David Foster Wallace.

 

La rassegna stampa incombe e la prima notizia è quella dello sciopero generale con le doverose motivazioni recitate come una litania dei santi da Meloccaro, con Fiorello che guida il coro dell’“ora pro nobis”. Si passa poi dallo stupore per l’Inter che vince in casa al lancio di involtini in Paolo Sarpi, a Milano, come protesta della comunità cinese alla cittadinanza onoraria concessa al Dalai Lama, e all’esilarante collegamento marziano con l’ex ministro Cancellieri che racconta le ultime sulla sonda “Schiantarelli”. E poi spazio all’ultima sfida di Trump, che in caso di sconfitta elettorale si dice pronto ad “automolestarsi” e alla vicenda nostrana delle banconote “maledette” da 500 euro vendute ai semafori in cambio di pochi spiccioli…

 

Il contributo video virale del giorno (di Mauro Casciari) è sul presidente Mattarella che alla domanda di un giornalista sull’Italia risponde sulle note di YMCI, la famosa hit dei Village People. Ma a scaldare l’atmosfera dello studio ci sono ancora le due guest star del giorno, Noemi e Sorrentino. La cantante si intrattiene in zona bar duettando con la “collega” Francesca, addetta ai caffè, poi si lancia in uno scatenato playback di “Amen”, il suo nuovo singolo in rotazione radiofonica prima di raggiungere il regista: Sorrentino si è già insediato fra i conduttori ufficiali dando consigli (a Meloccaro: “meno trucco”), ricevendo una telefonata un po’ risentita di Sabrina Ferilli (Gabriella Germani) lasciata fuori dalla Casa Bianca e rispondendo alle curiosità sul papa immaginario, americano, del futuro, nonché sul’ipotetico film dedicato alla figura di Silvio Berlusconi. Si farà mai? Fiorello avrebbe già un titolo: “The Young Papi”.