di Fabrizio Basso

Un viaggio in otto tatuaggi nella sua storia. Fatta di impegno, fatica, grinta. Francesca Monte è la rappresentazione di chi non conosce la parola resa. E porta sulla pelle e nel cuore la sua grinta. Che ora converge sul singolo Una cattiva ragazza. Ce ne parla e ci parla dei suoi tattoo mentre su Sky Uno ogni domenica alle ore 22.50 va in onda Bad Ink. Nell'attesa abbiamo intervistato Francesca Monte.

Partiamo dai tatto.
Ne ho otto e ognuno ha una piccola storia da raccontare.
Il primo?
E' la chiave di violino che rappresenta il grande amore che ho per la musica, tatuaggio simbolo di molti musicisti.
Poi?
La tastiera di un pianoforte delimitata dai battiti della vita: ideato da me. Le avversità della vita a volte mi rendono apatica, quasi insensibile alle emozioni. Il solo avvicinarmi al pianoforte mi dà   nuova linfa ed energia per la composizione, come se fosse un rito o la prima volta. Come se sfiorassi le corde più nascoste della mia anima.
Poi ci sono tre farfalle.
Ma non sono normali, sono pop. Sono sempre un mio disegno, tutte colorate, rappresentano il mio volare fuori dagli schemi, il mio essere fragile, la trasformazione da brava ragazza a cattiva ragazza (ride, ndr). Sono una rinascita, la voglia di volare senza aver paura di cadere.
Il diamante?
Rappresenta la mia forza e determinazione. Sono una guerriera che affronta i duri ostacoli della vita senza esitazione. E' un talismano che in qualche modo sento che mi protegge dai veleni di questa società.
I tattoo come la musica?
Nelle canzoni racconto le mie esperienze di vita, la mia storia impressa per sempre nella memoria. Rivivo le emozioni ogni volta, ascoltando quella nota, quel testo.
Sente forte questa esigenza?
Racconto la mia vita e le emozioni perché mi aiutano a comprendere il mio percorso. Credo che alcune esperienze della propria vita si soffra nel raccontarle con le parole e si raccontano meglio con i tatuaggi, imprimendo sul proprio corpo segni indelebili, che testimoniano il vissuto. I tatto raccontano delle storie e forse a volte le creano, soprattutto quelli molto visibili, sulle mani o sul collo.
Il suo nuovo percorso musicale è molto autobiografico.
Ho sentito l'esigenza di mettere in musica la mia vita, le miei esperienze, nella mia lingua. Finalmente ho trovato la mia dimensione, il mio sound.
La svolta?
Parte proprio dal mio singolo Una Cattiva Ragazza punta dell'iceberg di questa storia da raccontare. Proprio sui social ho dato molta importanza al testo, racchiudendo alcuni frammenti con delle pillole di testo associate a delle immagini. E' stupendo vedere le persone che si immedesimano in una mia frase, in un mio pensiero. Ed è solo l'inizio.
Un inizio importante.
Con questo primo brano ho voluto fare un regalo a tutte le persone che ormai mi seguono da tempo, infatti il singolo è disponibile in free download sul mio sito francescamontevoice.it.
Ci parli del video: molto forte e lei ha scelto di non essere protagonista.
Per il mio brano ho scelto il miglior regista in Italia, Mauro Russo (Calibro 9), mio caro amico, che ha saputo rappresentare le varie sfaccettature di Una cattiva ragazza con eleganza e malizia. Gli attori sono dei ballerini professionisti, che abbiamo scelto con cura e che si sono messi in gioco, interpretando questa storia hot senza veli, come è del resto l'anima di ogni cattiva ragazza. Ho scelto di essere la voce narrante e non la protagonista in questo primo video.
Ricordi di X Factor (ha partecipato all'edizione 2014 con i Komminuet, ndr)?
E' stata una esperienza davvero che mi ha cambiato la vita. Ho avuto la possibilità di farmi conoscere da molta più gente, di divertirmi nel mondo della moda, di conoscere tante persone del settore. Il ricordo più bello che ho di questa esperienza sono le ore passate di notte a cantare, a suonare tutti insieme, quando il mondo che ci circondava, a telecamere erano spente, raccoglieva tutti i nostri sogni.
Che succede nei prossimi mesi?
Presto lancerò il singolo estivo, ma prima c'è una collaborazione con una crew di rapper davvero unici tra loro. Voglio racchiudere i miei brani in un album, è il mio sogno più grande e ritornare  in tour, già dall'estate. E' la cosa che mi manca di più.