Oramai scrivere di MasterChef equivale a parlare di un format di grandissimo successo, capace di inchiodare milioni di telespettatori ogni giovedì, polverizzando ad ogni nuova edizione i suoi stessi record, dominando con post di commenti tutti i social network. Non è stata da meno questa quinta edizione del talent più famoso della cucina italiana che ha visto trionfare Erica Liverani su Alida Gotta, arrivata seconda, e Lorenzo de Guio.

Sono proprio le parole di Erica, presente alla conferenza stampa del post vittoria, a farci comprendere come la sua vittoria non era affatto scontata. Con lei ha sicuramente vinto la semplicità di una ragazza madre che dice di voler puntare adesso tutto sullo studio della cucina per diventare forse un giorno una chef, e di avere in progetto un Bed & Breakfast con i prodotti e i profumi della sua terra, la Romagna.
 

Ad ascoltarla ed applaudirla i quattro giudici: Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Joe Bastianich, e naturalmente il nuovo arrivato (si fa per dire) Antonino Cannavacciuolo, che raccontano come anche quest'anno le scelte non siano state affatto semplici, che confessano che spesso sui piatti si sono trovati anche in disaccordo, ma che poi tutto è filato sempre liscio. Quello che si nota è la loro soddisfazione di aver fatto crescere una persona come Erica, una cuoca amatoriale ma che non ha mai smesso di studiare e di aggiornarsi.

Un esempio lampante è stato proprio il piatto che le ha fatto vincere con ogni probabilità il titolo di 5° MasterChef (oltre a 100 mila euro e la possibilità di pubblicare un libro di ricette). Quelle capesante che in trasmissione hanno lasciato i giudici davvero senza parole e che, colmo dei colmi, è stata proprio la sconfitta Alida a suggerire ad Erica.

Ma naturalmente  tutto questo può succedere soltanto a MasterChef, che già si prepara alla sua prossima edizione con ancora i quattro giudici a tirare le fila per continuare a scoprire nuovi talenti in cucina e per farci divertire sempre più.