Non c'è "segreto". Ormai X Factor è la strada privilegiata per un futuro da popstar. O rockstar. Parola di Laura Bono, una delle più creative, vulcaniche, trasgressive artiste degli ultimi anni. La abbiamo incontrata per parlare del suo nuovo album Segreto e poi di musica e XF9, che giovedì prossimo, il 3 dicembre, porta all'X Factor Arena le semifinali. Quelle degli inediti.

Laura cinque anni dopo La mia discreta compagnia ecco Segreto.
Un album al quale ho lavorato molto e con passione. Ho scelto la via dell'indipendenza, ho fondato una mia etichetta, La mia isola.
Mai avuto paura?
All'inizio mi sono sentita un po' zoppicante ma ora ho uno staff da...major.
Un domani si vede anche come produttrice?
Mi piacerebbe. E' un sogno produrre i giovani. Ricevo parecchi demo, mi piace seguire nuovi fermenti
Lei ha un sogno?
In quest'ottica diventare una nuova Caterina Caselli.
Torniamo al disco.
La prima cosa che devo dire è che è un disco libero grazie alla collaborazione dei miei fan, che con un crowfounding hanno finanziato l'album.
Da cosa nasce?
Dall'amore per la musica, per la vita. C'è bisogno di amore in quest'epoca.
Sul palco lei è un vulcano...
E pensi che i miei fan continuano a chiamarmi scricciolo.
Voglio te è scritto con Gianna Nannini.
Non posso che ringraziarla per avere condiviso il brano con me ma soprattutto per l'entusiasmo che mi ha trasmesso.
Le piace X Factor?
Sì, trovo naturale l'esistenza del talent di Sky Uno.
Che intende?
Non ci sono altri modi, per un giovane, per emergere.
Qualcuno le piace in particolare?
Siamo alla semifinale, sono tutti meritevoli se ci sono arrivati. Ammetto che mi ha colpito Giò Sada.
Perché?
E' arrivato preparato, si nota che ha un po' di gavetta alle spalle. Ciò detto poi deve essere lui a trovare la sua dimensione.
Lei avrebbe partecipato?
Ho fatto un altro percorso ma ben venga. Altri spazi non ne vedo. E poi c'è una curiosità che mi lega a X Factor.
Quale?
So che durante i provini tanti cantano la mia Non credo nei miracoli.
Che per lei ha un valore particolare.
Eccome, ci ho vinto Sanremo Giovani nel 2005. E' stato il mio incipit.