Joe Bastianich e l’arte del business sono una cosa sola, fa parte del suo corredo genetico, e il concetto è chiaro, non solo ai fan della prima edizione di Restaurant Startup, ma a tutti: del resto la sua stessa carriera professionale parla per lui. “Fare business fa parte del mio dna. Nella mia famiglia hanno sempre fatto gli imprenditori”. Con quarantasette anni sulle spalle, trenta locali di successo in giro per il mondo e quattro aziende vinicole, il giudice più temuto di MasterChef, passato alla storia per la sua boutade “Io muoro”, torna su Sky Uno alla guida di Restaurant Startup, uno show che non assomiglia a nessun altro e che punta a un nuovo concetto di ristorazione.

I concorrenti si presentano con una loro idea di business e, divisi in due squadre, la espongono a Joe Bastianich e allo chef Tim Love, l’obiettivo è concretizzare il progetto

ottenendo il loro beneplacido che, successivamente si tradurrà in un investimento economico vero e proprio.

 

Non conta soltanto la qualità del cibo per aggiudicarsi l’investimento, ma un menù coerente, un’efficace campagna di branding e un business plan incisivo. Pensare che basti occuparsi del cibo, per raggiungere i profitti sperati è un errore comune. L’arte senza il business non esiste: punto. E a capo: “Bisogna dimostrare di essere capace non solo di creare un bel piatto, ma anche di guadagnare soldi. Se io investo su di te, tu mi devi dimostrare di saper fare i soldi, devi portare profitti nell’attività, altrimenti non c’è business”. Parola di Joe.

 

Una volta aperto al pubblico, il ristorante verrà visitato e valutato dalla coppia Bastianich- Love che potrà formulare un’offerta oppure bocciare l’idea. In questa nuova stagione Joe e Tim sono affiancati dall’executive chef Antonia Lofaso.

 

Cosa serve per vincere la sfida? Ve lo dice mister Joe, il restaurant man per antonomasia: “Grinta, capacità di gestire il mondo reale anche sostenendo periodi difficili e soprattutto la costanza di voler vedere realizzato il progetto fino in fondo. Tanti riescono a fare un buon piatto, ma avere successo e fare profitti col cibo è tutta un’altra cosa”.  Che la sfida cominci, su Sky Uno in prima tv assoluta, ogni martedì alle 22:00, a partire dal 10 novembre.