di Fabrizio Basso

Plana su X Factor il ciclone Justin Bieber. Mister 70 milioni di follower su twitter aprirà la puntata di XF9 in programma giovedì 29 alle ore 21.10. Le belieber hanno l'adrenalina a mille. Lui si muove più scortato e protetto di Barack Obama: circa 30 persone al seguito. E intanto il 13 novembre esce il nuovo album “Purpose”.

Justin Bieber perché “Purpose”, obiettivo?

Mi ero smarrito e dovevo ritrovarmi.
Non è ancora uscito il disco e già ci sono polemiche sulla copertina.

Ho saputo. Ma non c’è alcun problema, nei paesi mussulmani dove la mia posizione a torso nudo, tatuato e con una croce sul petto potrebbe urtare le sensibilità religiose ci sarà un’altra cover.
Lei è religioso?

Credo che esista un’altra dimensione e io, non volendo snaturarmi, seguo un mio percorso e ne parlo.
La seguono?

Non so, non importa. Io non sono come Gesù ma vorrei poter essere come lui: donare amore.
Negli ultimi tempi però ha combinato qualche marachella.

Mi ero un po’ smarrito, lo ammetto, non sapevo chi ero, il business aveva preso il sopravvento.
Ora?

Controllo la mia carriera, sono in pace con me stesso, lavoro per essere un ottimo performer.
Progetti nuovi?

C’è in ballo qualcosa per il cinema. Ma è prematuro parlarne.
Cosa vorrebbe fare?

Se cercano un nuovo James Bond…ci sono!
Tra vent’anni come si vede?

Oggi l’idea è di cantare fino a 35 anni e poi diventare produttore. Ah, i miei tatuaggi avranno qualche piega!