di Fabrizio Basso

Fa bene alla musica, Sara Loreni, ma non avrebbe fatto bene a Dante. Il Sommo Poeta aveva bisogno di Celestino V che fece per viltà il gran rifiuto, X Factor ha avuto un mostro (alla latina, un prodigio) che ha fatto per onestà il gran rifiuto. Sara Loreni ha stupito tutti rinunciando a proseguire il cammino a X Factor, che procede il suo percorso ogni giovedì alle ore 21.10 su Sky Uno: c'è anche scappata la lacrimuccia ma non il pentimento. E quello non c'è neanche il giorno dopo, quando la ho intervistata.

Sara Loreni che è successo? Il suo no entrerà nella storia di X Factor.
Che vuole che le dica, è stato assolutamente spontaneo. Mi sono sentita in dovere di alzare le difese.
Ma il risveglio del giorno dopo le ha portato pentimento?
Quel no mi ha permesso di restare fedele a me stessa. Ma sa cosa le dico?
No.
Se tornassi indietro riparteciperei alle audizioni. Resta una esperienza straordinaria, unica con le sue attese, con i tempi lunghi, col dovere di dare il massimo in un minuto. Non la dimenticherò mai.
Elio e Mika hanno detto che con la rinuncia è diventata la virtuale vincitrice.
Mi hanno detto cose bellissime. E molte non si sono viste in televisione.
Insomma neanche loro la hanno convinta...
Hanno rafforzato la mia idea che l'onestà intellettuale porta sempre ottimi risultati.
Chissà che sarebbe successo senza la loopstation.
Io cantavo prima di usarla, voglio che questo sia chiaro.
Ma cosa è? A chi non la conosce come la presenta?
Un campionatore di suoni, sia per voce che per strumenti. Si regsitrano frasi musicali e vocali, vanno in loop e si possono creare armonie che restituiscono arrangiamenti.
E' da poco uscito Mentha, il suo primo disco.
Nasce da anni di ricerca, la ricerca di uno stile. E' un disco elettropop con sfumature molto diverse. Ha una anima più elettrica e una più acustica.
Il tour?
A novembre ma grazie anche a X Factor si stanno aggiungendo date. Esibirsi davanti a un pubblico e scambiarsi emozioni è il massimo per un artista.
Le sue radici?
Rock. A 16 anni suonavo in un gruppo rock. Mi mi sono complessizzata con la musica elettronica e ho anche studiato jazz. Amo soprattutto scrivere canzoni mie, disegnare una mia cifra stilistica.
Certo che tutto il pubblico di X Factor la ha applaudita...
Si vede che sono arrivata a tutti.
Forse il solo giudice che non ha convinto appieno è Skin.
Me ne sono accorta.
La avesse di fronte che canzone le dedicherebbe?
Un mio inedito: Dovresti alzare il volume.