di Fabrizio Basso

Al cinema come sul palco. Miley Cyrus, la fanciulla di Nashville, va sempre oltre, gli eccessi sono nel suo dna e sapendo che ha un passato a casa Disney sembra davvero strano. Ma quando è dietro la macchina da presa sembra che la sua trasgressione si mitighi, il sorriso si addolcisca e gli smiler son tutti elfi e non demonietti. Nata il 23 novembre 1992, la bionda che si mangia le unghie e cavalca i wurstel gonfiabili, debutta nella periferia di Hollywood che ha 12 anni, nel 2003, con Big Fish - le storie di una vita incredibile: alla regia c'è Tim Burton, attori principi sono Ewan McGregor e Jessica Lange. Un genere fiabesco che porta nel cuore della mecca del cinema dalla porta principale.

E infatti, quando la rivediamo sul grande schermo, sono passtai tre anni, lei è una adolescente fatta, la ha ghermita Disney che ha creato la leggenda di Hanna Montana. E' l'inzio di una trilogia, ascritta nel mito, che segna i due capitoli successivi nel 2008 e 2009 e che è interrotta da uno iato che si intitola High School Musical e che è datato 2007.

Insofferente alle regole e agli stereotipi, Miley Cyrus continua a muovere passi in una Hall of Fame virtuale, perché i fan le tributano meriti che una certa critica non coglie. Ma non importe. Il carsima scavalca gli ostacoli, gli scetticismi e nel 2012 la troviamo con Demi Moore in LOL - Pazza del mio migliore amico. Non sappiamo se il tirolo sia realtà o finzione, ma di certo sono sempre di più quelli che sono pazzi per lei. Nello stesso anno è anche l'ispettore Molly in Una spia al liceo.

Ormai non sa più cosa voglia dire frenare. Certo un rallentata se la da in quanto la musica assume un ruolo primario nella sua carriera, ma la settima arte insiste nel farle l'occhiolino e lei, civettuola, sa quando cedere e quando defilarsi. Si lascia sedurre per tre volte nel 2015. In primis per Jeremy Scott: The People's Designer, film che ripercorre la storia del designer Jeremy Scott, uomo del Missouri che diventa artefice delle fortune della maison Moschino. Con lei sul set, tra gli altri, Jared Leto, Lady GaGa e Rihanna. Poi arriva la commedia natalizia A Very Murray Christmas diretta da Sofia Coppola, con Bill Murray, George Clooney. L'ultima volta, a oggi, è il film di formazione The Night Before di Jonathan Levine. Con Joseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, Anthony Mackie, Lizzy Caplan e Jillian Bell racconta di amici che si ritrovano a New York per condividere una vigilia di Natale pazza. Come è pazza tutta la vita dell'irresistibile Miley Cyrus