di Fabrizio Basso

Quel che è (quasi) certo è che non si sciolgono, Elio e Le Storie Tese. Sono i soliti burloni. Ci hanno scherzato assai, durante l'intervista, sulla voce che per un po' di giorni ha invaso il web e gettato nello sconforto molti fan. E così mentre Elio ha ripreso la sua avventura da giudice a X Factor 9, e lo vediamo ogni giovedì alle ore 21.10 su Sky Uno, gli EeLS tornano con un progetto ambizioso. Non per nulla come primo singolo hanno scelto Il primo giorno di scuola e come sponsor Mal il cantante degli anni Settata e Ottanta, che esce allo scoperto come produttore dei primi tre album della band milanese: Mangoni Samaga Hukapan Kariyana Turu (Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu) del 1989, Türk, Rum Casusu Çikti (Italyan, Rum Casusu Çikti) del 1992 e Entro nel tuo corpo e ho poca paura (Esco dal mio corpo e ho tanta paura) del 1993.

Ragazzi partiamo dalle voci di scioglimento.
Infatti non sappiamo se andremo in tour perché non ci è ancora chiaro se ci sciogliamo o no.
Ma voi dovreste saperlo.
Non avevamo intenzione di farlo, poi dopo le insistenti voci sul nostro scioglimento qualcuno di noi ha pensato che potesse essere un’idea vincente.
E che accadrebbe?
Stiamo valutando l’ipotesi di creare 5 o 6 sottogruppi ribattezzati Elio e Le Storie Tese Experience.
Altre idee?
Una tribute band: facendo due conti porteremmo a casa un grandissimo incasso.
Ma voi che fareste?
Non si preoccupi, c'è chi sè già piazzato.
Davvero?
Vogliamo tranquillizzarvi confermando che sì, il posto di Alessio nei Dear Jack verrà preso da Mangoni che, allo stesso tempo, sta prendendo accordi per sostituire Stash dei The Kolors col nome fittizio di M’angosh.
Davvero?
Manca la firma ma sono dettagli.
Veniamo ai compleanni numero 26, 23 e 22 dei vostri primi album che ripubblicate.
Li abbiamo ristrutturati dal punto di vista sonoro e abbiamo arricchito ogni disco con un dvd originale della durata media di due ore ciascuno tra materiali inediti, amatoriali d’epoca, interviste ai protagonisti, concerti dal vivo e contenuti speciali.
Che c'entra Mal?
E' un amico che abbiamo incontrato per caso, un meccanico quantistico, esperto di meta-verso. Un mentore che non c’è in questa dimensione e che invece è stato il testimone degli inizi della nostra carriera e che addirittura ha prodotto le canzoni dei nostri primi dischi: viene dal Galles, si chiama Paul Bradley Couling, ma tutti noi lo conosciamo come Mal.
Un intuito unico.
Si è introdotto nel nostro universo parallelo, ha preso nota di ciò che è accaduto, ce ne ha portato traccia e noi abbiamo realizzato il film documentario diviso in tre parti con il contenuto sonoro dei nostri primi tre album rimasterizzati e con ore e ore di materiali video inedito.