di Fabrizio Basso

Lady Rock torna a scaldare i suoi fan. Dopo quattro anni Dolcenera pubblica Le stelle non tremano e mette un'altra pietra angolare nella storia del rock made in Italy. Che come la storia insegna non ha sesso. Chi lo fa è importante, ma che il rock è rock e punto. Un album grintoso, con messaggi forti, con un sound fresco. Aspettando di vederla in tour l'ho intervistata.

Emanuela, si è fatta il disco tutto da sola.
Mentre tutti delegano io accentro. Ma è una questione caratteriale.
Come è andata?
Dopo tanti ragionamenti e tante valutazioni mi sono guardata dentro con forza per comprendere il mio stato d'animo durante la fase di scrittura e prendere una strada.
Il risultato è splendido.
Grazie. Mentre scrivevo i pezzi li arrangiavo. Ad esempio Un peccato è nata proprio così. Ci aggiungo che in questo modo mi sono tolta dalle tempistiche imposte dalle etichette discografiche.
Si sente che è un'unica mano. Come si sentono tante contaminazioni.
Guardi io non appiccico suoni, devono essere un tutt'uno con la canzone.
Si sente. Come in Niente al mondo dove unisce tamburi africani al suono delle marching band americane.
E si crea un messaggio forte e universale. Figli del caos è nata in Cina ed è un' immersione nella confusione dell'umanità. Comunque si trovano, nel disco, archi pentatonici e fiati, ritmi africani e suoni underground americani.
La ritmica è un gran bel valore aggiunto.
Ho esplorato mondi ritmici molto belli. Queste parti in passato mi creavano ansie ora le ho affrontate serenamente.
Si sente una sperimentatrice?
Voglio esorcizzare la ripetitività. Voglio sorprendere e sorprendermi. Mi vedete poco in televisione e per questo devo moltiplicare il valore della mia musica, è il mio valore aggiunto.
A proposito di televisone che pensa di X Factor, che è tornato con l'edizione 2015 su Sky Uno il giovedì alle ore 21.10?
Ci sono molti ragazzi bravi e credo che alcuni vengano lì già consapevoli delle proprie capacità vocali. E' il nuovo metodo di scouting.
In cosa è utile X Factor?
Chi partecipa può capire meglio chi è e in cosa consiste questo mestiere. Escono consci della propria forza.
Magari verrà fuori qualche rocker visto che a parte lei siete in pochissime.
In effetti...me lo auguro: siamo panda.
Tour?
A dicembre in teatro. Studierò un live dinamico.
Con cosa ci stupirà?
La voglia e la capacità di improvvisare.