In attesa del prossimo appuntamento con Hell’s Kitchen Usa, giovedì 13 agosto in prima tv su Sky Uno, abbiamo selezionato una raccolta di frasi di chef Ramsay rivolte ai suoi “sottoposti”. Citazioni perfide già sottoposte “a censura” che farebbe passare la voglia di affrontare in cucina il suscettibile Gordon anche al più impavido degli aspiranti chef. Con il suo temperamento focoso e il suo approccio franco e diretto Ramsay non è uno che “te le manda a dire”. Prima di finire sotto le sue grinfie, meglio prepararsi, e si salvi chi può.

 


Questo agnello è già morto, perché vuoi ucciderlo un’altra volta?


Un sacchetto per vomitare grazie.


Questo piccione è così crudo che può ancora volare.


Vuoi un resoconto? Sei un idiota.


Ho avuto momenti difficili nella vita ma mai per un uovo fritto.


Non ho ancora assaggiato il tuo piatto e già ti odio.


Mia nonna lo farebbe meglio ed è morta.


Adesso vai in sala e spiega ai tuoi clienti perché fai schifo.


E quelli sarebbero waffles? In Belgio ti arresterebbero!


Se queste lasagne sono fresche ballo nudo sui tavoli del locale.


Questo piatto è ottimo come cibo per cani. Buttalo via e rifallo.


Apri bene le orecchie, ascoltami e concentrati. Dopodiché manda una mail al tuo minuscolo cervello e muovi le chiappe.


Signore ti ringrazio per questo cibo ma fa che non mi avveleni.


Ho un metodo molto sbrigativo: svegliati, muovi il culo o fottiti e torna a casa.


Sei incazzato vero? Lo sarei anche io se cucinassi come te!


Facciamo un breve riassunto: Sara, stasera a cena, durante il servizio, hai ragionato con il tuo didietro.


Sto gestendo una cucina, non un asilo. Fuoooori!


Stai cucinando in una pentola in fiamme, razza di imbecille, così rischi di bruciarti la faccia, pezzo di idiota.