di Fabrizio Basso

C'era una volta un cappottino....e non è una favola. O meglio è una favola che è assurta a realtà. Nel 2012 Chiara Galiazzo vince X Factor e vola nell'empireo delle popstar. Oggi il suo singolo Straordinario è disco di platino ed è la prova che il suo trionfo non è stato casuale. Aspettando le audizioni di Roma al Palalottomatica del 28, 29 e 30 giugno la abbiamo intervistata. Per partecipare all'audizione il numero da chiamare è 388/3932058. Dopodiché arriva il bootcamp di Torino il 12, 13 e 14 luglio al Pala Alpitour.

Chiara come si sta nel pianeta platino?
Molto bene. E’ un premio per il lavoro fatto in questi mesi e ne vado molto fiera.
Immaginiamo. Resta un gran riconoscimento.
Nonostante la crisi della discografia è difficile come obiettivo da raggiungere. Più difficile di qualche anno fa.
Che ricordi ha del 2012?
Che andai alle audizioni di X Factor col cappottino.
A fine mesi i provini sono a Roma.
Lo so. Quando mi sono presentata io, nei giorni precedenti la mia audizione, andavo in giro con le mie amiche: mi sono state vicine, mi volevano accompagnare.
Un qualcosa che la lega a quei momenti?
Il cappottino! Ancora oggi, a distanza di tre anni, quando lo sposto me lo porto io, non lo affido a nessuno. E’ il mio amuleto, lo tengo come fosse una reliquia.
Consigli per chi ci proverà a Roma il 28, 29 e 30 giugno?
Non ne ho. Essere se stessi. I consigli per il dopo.
Che intende?

Durante il talent sei protetto. Dopo devi trovare qualcuno che ti spieghi come funziona il meccanismo. Tra batoste e soddisfazioni bisogna affrontare un mondo nuovo.
Lo Straordinario Tour come è?
Vorrei il palco come come un interno domestico in modo che ci si possa sentire a casa.
Dalla sua vera casa porta qualcosa?
Forse la lampada a palla: la adoro.
Scaletta?
Molto dell’ultimo album, qualcosa del precedente e qualche cover ma senza esagerare.
L’uomo senza cuore è il primo inedito che porta la sua firma.
Era pronta tempo ed è arrivato il momento di proporla.
Arriverà un album tutto scritto da lei?
Quel che creo e mi piace davvero lo condivido, sono molto critica.
Lei ha fan che la adorano, la seguono sempre.
E' bellissimo. C’è un bene reciproco. Con alcuni siamo praticamente amici.
Dopo l’estate che accadrà?
Sono già in studio per preparare una sorpresa.
Una anticipazione?
Diciamo che sto sperimentando.