di Barbara Ferrara

 


Albert Marzinotto vince Top Dj, è lui il nuovo fenomeno da console: dopo una finale al cardiopalma a suon dj-set, inediti e tante emozioni, realizza il suo sogno e porta a casa la (meritatissima) vittoria. Lo abbiamo intervistato ancora ebbro di festeggiamenti. La sua voce trasmette tutto l’entusiasmo di un giovane talento che a venticinque anni si ritrova a suonare il suo inedito davanti a una star internazionale che risponde al nome di Bob Sinclar, e strappa un complimento a Jovanotti che resterà tra i suoi ricordi più belli di questa straordinaria avventura.

Come ci si sente ad aver vinto TOP DJ?
Stra-mega-felice: obiettivo raggiunto. Questa notte non ho dormito, ci ho provato ma ero troppo emozionato. Mi veniva da ridere, ero felice.

 

A quanti anni inizia la tua passione per la musica?
A sette anni. Ho iniziato studiando pianoforte.

 

Il tuo sogno da bambino?
Ero diverso dagli altri bambini, non pensavo di fare l'astronauta o altro, vivevo la mia infanzia senza sogni, coltivando le mie passioni.

 

Ora che sei diventato grande, un sogno lo hai?
Continuare a lavorare con questa determinazione e inseguire obiettivi sempre più importanti. Non mi sento arrivato.  

 

Come è stato suonare il tuo inedito davanti a Bob Sinclair?
Molto emozionante, soprattutto perché sentivo che il pezzo gli arrivava. E arrivava anche ai giudici. Quando l’ho visto sul palco, davvero, non ci potevo credere.

Il tuo singolo Safe and Sound è in classifica tra i brani più venduti su I-Tunes, te lo aspettavi?
Assolutamente no, stamattina mi ha scritto un amico per dirmi che ero in top 100. E’ fantastico.

 

C’è stato un momento in cui hai capito che ce l’avresti fatta?
Il percorso intrapreso a Top Dj mi ha soddisfatto, le prove creative mi sono piaciute molto. Una volta arrivato in finale, lì mi sono detto ci siamo.

 

Il ricordo più bello di TOP DJ?
La finale con tutti. E poi Jovanotti che con gli occhi che luccicavano mi ha detto:” Ruberò qualcosa della tua performance e la userò nei miei tour perché mi sei veramente piaciuto”.

 

Cosa fai nel tempo libero?
Suono, suono, suono. Passo dal piano terra dove ho il pianoforte al piano superiore dove ho lo studio. Mi piace fare serate come dj e divertirmi con gli amici.

 

Progetti per il futuro?
Sto lavorando a nuove produzioni, e ho in agenda delle belle serate: il 18 giugno suonerò al Sonar Music Festival di Barcellona: faremo uno show case con l’etichetta Lapsus Music con altri dj di fama internazionale.