Italia's Got Talent, in onda da giovedì 12 marzo, alle 21.10, su Sky Uno, è un racconto di personaggi e talenti che vanno sul palco e se la giocano, ma i primi a mettersi in gioco devono essere i giudici, altrimenti lo show non funzionerebbe.

Italia's Got Talent è un programma per la famiglia, per realizzarlo sono occorse 2700 ore di girato. Gli iscritti sono stati quindicimila, ottomila i concorrenti che hanno partecipato ai casting e questa volta non solo cantanti o cuochi, ma si racconterà in maniera avvincente il paese. Alla conferenza stampa è stata assente Luciana Littizzetto “alla quarantanovesima sfumatura di influenza”, ma ci ha pensato Claudio Bisio a tenere alta l’ironia annunciando che come a MasterChef, anche a Italia's Got Talent vincerà Stefano!

Claudio Bisio è stato contattato mentre era a Londra a seguire un corso di inglese: “Ne ho parlato col mio insegnate, mi ha fatto vedere alcune puntate della versione inglese e con tono perentorio mi ha detto: tu devi farlo! Mai fatto questo tipo di televisione”.

Invece Nina Zilli ha ricevuto la chiamata mentre era in studio di registrazione: “Quando preparo un disco sono sfinita, però trovavo rilassante vedere su Sky le versioni degli altri paesi. Odio giudicare, ma visti i compagni di viaggio, la credibilità del format e il non sapere nulla dei concorrenti, non ho avuto alcun dubbio. I semifinalisti saranno ventiquattro, quindi anche dovuto dir di no, cosa non facile, ma a prescindere mi sono divertita tanto”.

Frank Matano è rimasto incredulo quando glielo hanno chiesto:"Fare un programma che si fonde così bene con il web, per me che vengo da internet, era allettantissimo. Ci aggiungo che tutti i programmi Sky del giovedì sono molto discussi in rete. All'inizio ero preoccupato, il cast ha più esperienza di me e quando ho visto lo show che Sky ha messo in piedi mi sono emozionato e ho pensato che se me ne fossi andato, nessuno se ne sarebbe accorto. Sky per me è perfetta: quando puoi stoppare un film significa che sei nel futuro”.

Ora Vanessa Incontrada, al timone del talent, racconta come ha avuto inizio quest'esperienza: "Ho incontrato Claudio Bisio a Roma e lui mi ha raccontato che gli avevano proposto di partecipare a IGT, un mese dopo cercano me. Credevo fosse uno scherzo, invece era tutto vero. Io non sono in grado di giudicare, ma ho imparato a gestire l’emotività e a capire in pochi minuti chi avevo davanti e chi sarebbe apparso sul proscenio. E’ stato un lavoro grande per me, mi sono messa in gioco. Loro sognano di fare per tutta la vita quello che a IGT fanno in cento secondi, magari un giorno lo faranno, ma oggi non è così e dunque IGT è la loro finestra. Intanto mi godo questa esperienza e ringrazio Sky per le sue visioni futuristiche".

Stuzzicata sui giurati Vanessa ha spiegato: "Non c’è competizione, non c’è una squadra che bisogna far vincere: c’è collaborazione. Incontrerete persone che non conoscete, dalla Littizzetto vi aspettate la battuta e invece fornisce consigli. Frank è genuino e vero, quello che più cerca complicità con gli altri. Bisio è imprevedibile, ha partecipato a qualche gag col pubblico, è emersa la sua emozione, ho captato i suoi silenzi che erano assai esplicativi, Bisio è improvvisazione, è il capocomico, il perno di tutti noi. Nina è quella che ha sofferto di più, quella più tecnica, molto schietta, soprattutto sulla musica”.

A questo punto non ci resta che attendere il primo sorprendente appuntamento di Italia's Got Talent, in onda giovedì 12 marzo, alle 21.10, su Sky Uno!