Il filosofo tedesco Immanuel Kant diceva che si può conoscere il cuore di un uomo dal modo in cui tratta gli animali: vedendo in azione la Famiglia Berti, composta da Rudi Berti, Mirca Negrini e la loro figlia Elisa, che insieme a decine di volontari dedica la propria vita al recupero della fauna selvatica ed esotica, ne abbiano la conferma e in questo caso il cuore è d’oro.

“La famiglia salvanimali”, serie in dieci puntate in arrivo su Sky Uno a partire dal 13 dicembre, racconta le storie e la quotidianità di questa grande famiglia che ogni giorno, dall’alba al tramonto e spesso anche la notte, si prende cura con entusiasmo e devozione dei circa 300 animali ospitati sul Monte Adone, a pochi chilometri da Bologna, sull’Appennino Tosco Emiliano nel centro nato nel 1989 come “Centro Recupero Fauna Selvatica”.

Qui vengono accolti animali esotici posti sotto sequestro da parte delle autorità giudiziarie (tra gli altri troviamo leoni, tigri e scimpanzè). E sono circa 600 gli animali selvatici autoctoni vittime di incidenti stradali o in difficoltà che dopo le cure, compatibilmente con le loro condizioni,  tornano in libertà. Con il centro collaborano diversi veterinari che curano gli animali sia nelle loro cliniche specializzate che sul posto e spesso anche con metodi particolari come agopuntura o omeopatia.

La dedizione dei  giovani volontari, il grande impegno della Famiglia Berti e il coinvolgimento di tante persone anche fuori dal loro contesto, regalano allo spettatore momenti di grande emozione e ispirano un sentimento di profonda ammirazione per chi ha fatto della propria vita una vera e propria missione al servizio degli animali.

Ti aspettano momenti di grande intensità, solo su Sky Uno. Non mancare.