Bisogna esserci per capire perché si chiama X Factor Arena. Perché è per gladiatori. E lo si è capito subito, fin dalla prima coreografia, che non sarebbe stata una passeggiata per i 12 finalisti di XF8. Il sipario sul loro futuro, sui loro sogni, si è aperto alle 21.10 su Sky Uno. E così sarà fino all’11 dicembre, tutti i giovedì alle 21.10 su Sky Uno, quando uno solo uscirà dall’arena vincitore, con in tasca un contratto discografico importante con la Sony. Direttore d’orchestra di questa lunga marcia è Alessandro Cattelan, i condottieri sono Vicky Cabello, Morgan, Mika e Fedez. Le telecamere si sono accese sul momento corale, una passerella di tutti i ragazzi in gara, poi ognuno per la sua strada verso l’empireo delle popstar.

Dal ventre dell’Arena appaiono, come imperatori, i giudici. Alessandro Cattelan li presenta al pubblico, annuncia che gli ospiti saranno il deejay Robin Schultz e Tiziano Ferro, che presenta in anteprima il nuovo singolo Senza scappare mai più (il video sarà mostrato in anteprima su Sky Uno lunedì 27 ottobre alle ore 23.20).

Ad aprire le sfide è l’italo-scozzese Emma, della squadra di Mika. Il suo mentore la considera una artista di grande raffinatezza, e la presenta con un brano di Robin Thicke, Blurred Lines. Lei esprime il pensiero di tutti i concorrenti dicendo: “Sono qui per un futuro migliore”. Morgan apre la sua stagione col motto “bella storia” e aggredisce X Factor 2014 con l’Aria sulla quarta corda di Bach. Ci hanno fatto una canzone hip hop infilandoci anche un po’ di Vangelo: loro sono i Komminuet, si chiamano Francesca e Pietro, e sono magici interpreti della sana follia di Morgan. E’ il momento di Fedez l’ansioso: getta nella mischia “l’anticorpo della noia” con un brano “pop colto” di Justin Timberlake: la canzone è What Goes Around, lui si chiama Leiner, ha 17 anni ed è il terminale 2.0 del soul. Il primo giro si chiude con l’esordio del giudice Victoria Cabello: rompe il ghiaccio con Ilaria, forse l’unica che nelle fasi dei provini ha dovuto vincere la sfiducia della mamma. A farla ricrede, e a convincere il pubblico, ci prova con The Scientist dei Coldplay. Riecco Mika che lancia una sfida con una canzone che “fino a qualche giorno fa non esistava”: l’originale è di Stromae, si intitola Alor on Danse , e il rapper romano Diluvio la ribalta e si prepara “a un nuovo inizio”. La prima manche si chiude col secondo pupillo di Fedez che affida, con coraggio, Take Care di Drake featuring Rihanna, a Madh: è la prima volta, in questa edizione, che i giudici si scontrano, che le opinioni divergono. Fedez chiude le polemiche dicendo che “ha portato qualcosa di nuovo che in Italia sarà capito tra dieci anni”.

Pochi secondi per tirare il fiato, un intervento di Mara Maionchi che è protagonista del dopo gara con Xtra Factor, ed ecco Tiziano Ferro con Senza scappare mai più, che farà parte del disco TZN – The best of Tiziano Ferro. E mentre l’artista di Latina emoziona l’X Factor Arena e il pubblico a casa, dietro le quinte si contano i voti: il primo ad andare al ballottaggio è Diluvio.

Al via il secondo tempo con i triestini Spritz for Five (“un nome con le bollicine”) che Morgan mette alla prova con l’elettronica moderna dei Depeche Mode: dal primo disco, albori anni Ottanta, Speak & Spell, va a pescare Just Can’t Get Enough: la coreografia è un allegro caleidoscopio di colori e un tripudio di coriandoli. Convince tutti i giudici. E’ “Un po’ tenero e un po’ goffo col sorriso carino” e canta E non andar più via di Lucio Dalla: si chiama Mario, è un disoccupato di Tempio Pausania, e lo sponsorizza Mika: piace tanto a tutti, un po’ meno a Fedez. Victoria Cabello adora quel “cavallo pazzo poco disciplinato” che è Camilla, pugliese di Carovigno, e la manda sul palco, scalza, a cantare l’instabilità dell’amore con Toxic di Britney Spears: una versione intensa e rock’n’roll, un pizzico di sensualità e tutti la applaudono. Morgan, sempre più temerario, lancia The Wise da Riva del Garda con “una canzone che adoro e che li ha trasformati”: è di Enzo Jannacci, il re del folk che “ha cantato gli uomini del mondo del lavoro”, si intitola Giovanni il telegrafista. E’ una vera performance. Si prosegue con l’ultimo ragazzo in squadra con Fedez, “una bomba a orologeria” di nome Lorenzo e si presenta con Good Riddance (Time Of Your Life) dei Green Day. Chiude la prima serata Vivian della squadra della Cabello con We Found Love di Rihanna, interpretazione che divide i giudici per la complessità della performance.

Aspettando i verdetti, il primo atto live di X Factor 2014 si chiude col super ospite Robin Schulz. Raggiungono al ballottaggio Diluvio i The Wise. Il rapper si gioca le sue possibilità con La notte di Arisa, il trio gardesano rilancia con You’ve Got To Hide Your Love Away dei Beatles. Stavolta niente televoto, l’ultima parola spetta ai giudici che, a malincuore, mandano a casa Diluvio. Si ricomincia giovedì 30 ottobre alle ore 21.10 su Sky Uno con una faccia nuova: si sfideranno Riccardo Schiara e Sarah Fargion per guadagnarsi il diritto di inseguire un sogno.