Di  Fabrizio Basso

Il quarto X Factor di Sky si apre con grande talento, forse il più grande di sempre. A partire dalla nuova giuria, formata dalle new entry Victoria Cabello e Fedez e dai "senior" Morgan e Mika. Il vicepresidente di Sky Andrea Scrosati ha ribadito che "è un programma basato sul talento. Magari durante le audizioni partecipano tutti e c’è un aspetto più divertente. Tutti quelli che si presentano credono di saper cantare e di farlo molto bene. Ma poi è il talento a emergere. E’ un programma che emoziona molto, c’è, in questa edizione, un elemento di tenerezza che va sottolineato". Ora la palla passa ai giudici, che devono trasformare il talento in un percorso artistico energetico che passa attraverso il rispetto di chi deve salire su quel palco. X Factor 8 sarà un viaggio lungo 13 puntate, una in più del 2013.

A ogni giudice la propria squadra. Mika guiderà la categoria over 25, Morgan i gruppi vocali, Victoria Cabello le ragazze under 24 e Fedez i ragazzi under 24. Si comincia su Sky Uno giovedì 18 settembre alle 21.10 con cinque puntate dedicate alle selezioni; poi, il 23 ottobre, sempre alle 21.10, Sky Uno si trasferisce all’X Factor Arena - da quest’anno, tra l'altro, l’intera edizione sarà visibile anche in streaming, in diretta e senza vincoli, su Sky Online (skyonline.it) -, e scatterà ufficialmente la corsa alla vittoria.

Novità dai bootcamp, che vengono rinnovati e per la prima volta si aprono al pubblico con un meccanismo tutto nuovo, il Six Chairs Challenge. Durante le esibizioni, saranno posizionate sei sedie per ogni categoria, a indicare i sei “posti” che ciascun giudice avrà a disposizione per gli home visit: per passare il turno non basterà essere stato scelto a occupare una sedia, ma ogni giudice avrà fino all’ultimo la possibilità di cambiare idea, man mano che proseguono le esibizioni, e fare sedere un altro concorrente. Anche quest’anno è stato scelto il Forum di Assago per fare da sfondo sia ai bootcamp, dove sono stati scelti i 24 concorrenti ammessi agli home visit, sia alla finalissima.

L’ultima fase di selezioni è dedicata agli home visit, dove ciascun giudice ha scelto la location e il big della musica ideale per essere supportato nella scelta dei 3 cavalli di battaglia da schierare nella gara live. Victoria Cabello ha selezionato il suo terzetto a Londra, in uno storico locale di concerti, in compagnia di The Bloody Beetroots (Simone Cogo/Bob Cornelius Rifo).  Fedez ascolterà i 6 concorrenti in compagnia di Raphael Gualazzi presso una villa nel milanese.  Mika ha portato i concorrenti sull’Isola di Mozia (comune di Marsala), presso un insediamento fenicio che  rimanda alle sue origini libanesi, e scegliendo che fosse Elio, con cui ha condiviso lo scorso anno la sua prima esperienza da giudice di X Factor, il suo ospite e aiuto nella cruciale scelta della sua squadra. Infine Morgan, in una location fusion tra pop e classica a Vienna, ha deciso di conoscere e selezionare i componenti del suo team in compagnia di Eugenio Finardi.

Testimone di tutte le parti del viaggio di X Factor è il conduttore Alessandro Cattelan, il quale ribadisce che "la novità fa parte di questo programma, in Italia quando qualcosa va bene si tende a cristallizzare, qui invece si rischia. E’ un programma che trascina, un programma che va on the road, come una volta facevano i discografici: si va a cercare i talenti nelle piazze, nelle feste di paese. E per me è bello passare del tempo con questi ragazzi, seguire il loro percorso e vedere come gestiscono l’energia".

La musica ha sempre portato molto bene alla new entry Victoria Cabello: "Se la ami non la lasci mai. E qui c’è un lavoro titanico dietro. La parte più difficile è stata la selezione: non è un talent normale, servono tanti requisiti. E riconosco che mi sono commossa più volte".

Arriva da un percorso musicale atipico Fedez, che dice che il mondo della musica è ricca di pregiudizi "e io so che devo liberarmene davanti al pubblico. Ma qui il primo passo è il rispetto per chi è venuto a giocarsi le sue possibilità da noi". Peraltro Fedez ha annunciato che nel suo passaggio all’home visit, nonostante la differenza di percorsi, non c’è stato alcun imbarazzo con Raphael Gualazzi perché "ci conoscevamo già, e poi abbiamo fatto delle cose insieme che non sono ancora uscite".

Il divertimento e l’energia positiva sono le note sottolineate da Mika: "Siamo rilassati e dunque ne nasce convivialità che sfocia nella tenerezza. Il livello del talento è molto alto. Siamo quattro giudici con quattro teste diverse, a volte ci sono anche scambi di opinione duri, ma siamo tutti concordi nel dire che siamo qui ad aiutare i ragazzi e non a prenderli in giro".

L'appuntamento con X Factor 8 è su Sky Uno da giovedì 18 settembre alle 21.10.