di Marco Agustoni

Su Sky Uno impazza la sfida tra tattoo artist nella terza edizione di Best Ink, il primo talent show dedicato al mondo dei tatuaggi. Man mano che le puntate si susseguono, i concorrenti sono sempre di meno, ma sempre più agguerriti. E mentre la sfida si accende, abbiamo pensato di prenderci una pausa rinfrescante per fare quattro chiacchiere con due artisti che di tatuaggi ne sanno qualcosa. Stiamo parlando dei rapper Luchè e Fred De Palma, entrambi appena usciti con un nuovo album, entrambi scritturati dall'etichetta Roccia Music di Marracash.

Il primo, le cui canzoni con i Co' Sang sono state inserite in Gomorra - La serie, ha appena pubblicato L2. Il secondo, che per il video di Rodeo registrato assieme a Gue Pequeno dei Club Dogo si è concesso uno special guest come il re del porno Rocco Siffredi, è uscito con Lettera al successo. Ecco che cosa ci hanno raccontato sui tattoo.

Cominciamo con la conta dei tatuaggi: quanti ne avete?
Luchè: Io se non mi sbaglio cinque, sei, sette... otto!
Fred De Palma: Io quindici.

Fred quasi ti doppia...
Luchè: Sì, ma sono in procinto di farne altri, ora lo raggiungo. [ride]

Ce li potete riassumere?
Luchè: Di solito non mi tatuo cose "giusto per", ho soltanto tatuaggi che per me hanno un significato, come ad esempio frasi importanti. L'unico che l'ho fatto solo perché mi piace è una rosa sul collo, che però se ci fai caso è come se mi entrasse in vena, tanto che ne esce del sangue, per cui un minimo di significato glielo potrei anche trovare.
Fred: Io invece ho un rapporto con i tatuaggi abbastanza "occasionale". Non nel senso che li faccio a caso, però comunque la decisione viene spesso di impulso. Ne ho alcuni piuttosto particolari, come questo che ho ideato io e che rappresenta un coltello con le gambe da donna. Poi ne abbiamo fatto uno con uno squalo vestito bene tutto pieno di soldi, che mi ricorda di stare attento alle persone che ho intorno. C'è una carpa non finita, che mi ha fatto mio cugino al mare che poi non ho più visto e quindi è rimasta lì a metà. Una calavera con gli occhiali da sole per ricordare il mio passato in discoteca, la vodka perché mi piace. Ne ho anche fatto uno con scritto RM sulle mani per quando ho firmato con Roccia Music...

Due approcci molto diversi al tatuaggio...
Fred: Già. [ride] Alcuni dei miei hanno delle storie un po' marce. RM per esempio me lo sono fatto tatuare alle quattro del mattino, è venuto questo tipo con la macchinetta a casa mia e io d'istinto gli ho detto: "Tatuami". Insomma, quando mi viene voglia di tatuarmi, mi tatuo.

C'è un legame tra la cultura del tatuaggio e la cultura hip hop?

Luchè: La cultura hip hop ha un legame con qualsiasi cultura di strada, e tra queste rientra anche il tatuaggio.
Fred: Molti writer ora sono tatuatori. Poi comunque il tatuaggio nasce con un modo per differenziarsi, proprio come il rap, che è sempre servito a esprimere se stessi, a distinguersi.

Visto che siete di generazioni leggermente differenti, secondo voi è anche cambiato l'approccio ai tatuaggi?
Luchè: In un certo senso sì, come si diceva prima, oggi i più giovani sono un po' più istintivi. Ma questo vale in tutti quanti gli aspetti della vita. Oggi comunque a Napoli già da piccoli ci si tatua. C'è chi porta i figli a tatuarsi già a sette anni, che è un'esagerazione. Quindi sì, è più una moda, mentre io tento di tenerla più sul personale.
Fred: Assolutamente, anch'io... per quanto sia più impulsivo, cerco comunque di tatuarmi delle cose che per me abbiano un qualche significato.

Tatuaggi di cui vi siete pentiti?
Luchè: No.
Fred: Nemmeno io. Ogni tatuaggio ha la sua storia, per cui mi ricordano dei momenti diversi della mia vita. Comunque, per chiudere il discorso tatuaggi, a settembre finisco le braccia e me le riempio con degli altri tatuaggi.

Un tatuaggio che non vi fareste mai?
Luchè: Forse sul viso. Per quanto abbia dei tatuaggi sulle mani o sul collo, mi piace comunque mantenere un'immagine piuttosto pulita.

I tatuaggi più assurdi che vi è capitato di vedere?
Fred: Tatuaggi con le scritte sbagliate, ad esempio.
Luchè: Io le foto di quel tizio che si è fatto tatuare tutti gli occhi di nero. Completamente fuori di testa...