di Linda Avolio


Che siano le donne le vere protagoniste di The White Queen – in onda ogni martedì alle 21:10 con un doppio appuntamento su Sky Uno HD – non c'è alcun dubbio, e lo capiamo fin dai primi minuti del pilot della miniserie ispirata ai romanzi della saga “La Guerra dei Cugini” di Philippa Gregory, quando per la prima volta vediamo la bellissima Rebecca Ferguson nei panni di Elisabetta, la regina bianca a cui fa riferimento il titolo dello show.

Il primo episodio di The White Queen ci introduce infatti alla storia e ci presenta i personaggi principali, quelli che saranno determinanti durante quella che sarà poi conosciuta in tutto il mondo come “Guerra delle Due Rose”, quella bianca del casato di York e quella rossa del casato di Lancaster (per un veloce ripasso, leggete questo pezzo e guardate la nostra infografica).

L'anno è il 1464, e Re Edoardo IV, aiutato e sostenuto dal cugino Riccardo Neville, Conte di Warwick, ormai ha sbaragliato le forze di Enrico VI. E' al giovane sovrano che Elisabetta, vedova del lancastriano Lord Grey, morto in battaglia contro i soldati yorkisti, si rivolge per chiedere che le terre confiscate al defunto consorte vengano restituite ai figli.
Edoardo è divertito e affascinato da questa bellissima e audace donna, e in men che non si dica si innamora di lei. Elisabetta, dal canto suo, rimane altrettanto colpita da questo giovane e aitante re, ma lui è uno York, mentre lei e la sua famiglia sono da sempre sostenitori dei Lancaster. No, non si concederà a questo nuovo sovrano, che peraltro è conosciuto in tutto il regno per essere un gran seduttore.

Sua madre Giacometta, moglie del barone di Rivers, è invece molto più pragmatica: al diavolo l'affiliazione ai Lancaster, ora il nuovo sovrano è uno York, ed è lui che bisognerà ingraziarsi se si vorranno mantenere certi privilegi!
La baronessa, che sostiene di essere una discendente di Melusina, conosce quello che è stato e vede quello che potrà essere, e convince la figlia ad abbracciare i suoi desideri. E infatti Elisabetta accetta l'improvvisa proposta di matrimonio di Edoardo.

La cerimonia viene officiata in segreto prima che il re parta per l'ennesima battaglia, ma il giovane sovrano giura alla sua amata che renderà nota a tutti la loro unione dopo aver sconfitto per sempre gli uomini di Enrico VI.
Anthony, uno dei numerosi fratelli di Elisabetta, e il barone di Rivers vanno su tutte le furie quando vengono a sapere del matrimonio, che senza dubbio alcuno sarà stato una farsa.
Anche il “Creatore di re” Warwick va su tutte le furie quando scopre che Edoardo ha sposato una donna di umili origini, ma la sua rabbia è dovuta più al fatto che il giovane re avrebbe dovuto sposare Bona di Savoia, sorella della regina consorte di Francia, cosa che avrebbe dovuto assicurare il sostegno della corona francese a quella inglese.

I giochi, ormai, sono fatti, così Elisabetta viene ufficialmente chiamata a corte, dove conosce Giorgio e Riccardo, i fratelli di Edoardo, Anna e Isabella, le figlie di Riccardo Neville, e la madre del suo sposo, la Duchessa di York Cecilia Neville, vecchia conoscenza di Giacometta.
I nemici della nuova regina, insomma, sono tanti, e a loro si aggiunge anche Margaret Beaufort, lancastriana di ferro, cugina di Enrico VI e madre di Enrico Tudor, futuro pretendente al trono.

Col secondo episodio, invece, entriamo nel vivo dell'intricata storia raccontata nella miniserie. Elisabetta – incinta della prima figlia, suo omonima – viene incoronata ufficialmente Regina d'Inghilterra, e la cerimonia è quanto di più sfarzoso si possa immaginare. Sua madre e suo padre non possono che essere contenti, perché ciò significa che potranno finalmente legarsi ad altre nobili famiglie mediante i matrimoni dei figli e delle figlie.
Un po' meno contenti sono invece Warwick – che in poco tempo ha visto sfumare il duro lavoro che aveva fatto per accaparrarsi l'appoggio della Francia, e che non sopporta “quella strega di Elisabetta” –, Giorgio, l'ambizioso fratello di Edoardo, e la duchessa Cecilia.

Anche i sostenitori dei Lancaster non se la passano bene, perché pian piano vengono privati dei titoli nobiliari. Tra di loro c'è anche Margaret Beaufort, sposata con Lord Stafford. Quando la donna scopre che suo figlio Enrico Tudor è stato privato del titolo di Conte di Richmond va infatti su tutte le furie.
Devastata da tale umiliazione, Margaret implora Dio di venirle in aiuto, e improvvisamente ha una visione che la sconvolge: suo figlio – che è stato allontanato da lei e che ora vive insieme allo zio Jasper Tudor, suo tutore legale – un giorno sarà il legittimo sovrano d'Inghilterra.

Warwick, intanto, cerca di rientrare nelle grazie di Edoardo catturando il latitante Enrico VI, ma la sua richiesta di far convolare a nozze le figlie Isabella e Anna rispettivamente con Giorgio e Riccardo viene negata.
Il motivo è presto detto: Elisabetta – che è nuovamente incinta, ma continua a partorire solo figlie femmine – dice chiaramente al giovane marito che assecondare le richieste di Warwick significherebbe dargli troppo potere, e ciò metterebbe in pericolo il loro futuro, perché Riccardo Neville mira chiaramente al trono.

Nonostante Re Edoardo abbia detto di no, Giorgio e Isabella convolano comunque a nozze. Il piano di Warwick è chiaro: sul trono tra poco siederà un nuovo York, e al suo fianco ci sarà una regina che di cognome fa Neville.
L'ambizioso conte raduna dunque un esercito e sfida apertamente Edoardo, che viene catturato. Non va meglio al padre e a uno dei fratelli di Elisabetta, che vengono addirittura giustiziati senza processo. Si salva solo Anthony, che riesce a scappare appena in tempo.

La regina bianca, che nel frattempo è rinchiusa nella Torre di Londra per la sua stessa sicurezza insieme alle figlie e alla madre, lancia una maledizione su Warwick e i suoi discendenti: Riccardo Neville ha i giorni contati.


Il prossimo appuntamento con The White Queen è per martedì 14 gennaio alle 21:10 su Sky Uno HD.