Giro di boa a X Factor Usa 3.
Infatti, gli aspiranti cantanti che si presentano davanti ai giudici Demi Lovato, Simon Cowell, Paulina Rubio e Kelly Rowland, dovranno fare affidamento solo sulla loro voce, grinta e personalità per sperare di proseguire nella competizione.

E se Arthur Conan Doyle, il creatore dell’investigatore Sherlock Holmes, ha affermato che “tutti abbiamo qualche occasione perduta da rimpiangere”, siamo certi che i talenti in gara vorrebbero essere le eccezioni che confermano la regola.

Il premio finale è troppo ambito per lasciarselo scappare: un contratto discografico del valore di un milione di dollari e la possibilità di diventare una popstar di fama mondiale come Britney Spears, Leona Lewis (uscita proprio da X Factor, versione britannica) o Rihanna.

Nel corso degli episodi 5 e 6, in onda su Sky Uno HD il 30 dicembre alle 21.10 con un doppio appuntamento, sono diversi i cantanti che si sono messi in luce per la loro vocalità: da non perdere il giovane Tim Olstad, 23 anni, dal Minnesota, definito da Kelly Rowland “un artista”. Un’altra esibizione che ha entusiasmato i giudici è stata quella di Victoria Carriger, madre di otto figli. E che dire del quindicenne Emery Kelly, che Simon Cowell ha etichettato come “un piccolo diamante”?

Insomma, un doppio appuntamento che emoziona e coinvolge, inseguendo il vero spirito di X Factor: quello di scovare i talenti che calcheranno la scena musicale di domani.

Solo su Sky Uno HD, il 30 dicembre alle 21.10!