di Linda Avolio

Gli uomini vanno in battaglia, le donne dichiarano guerra: la tag-line di The White Queen – che ha ricevuto tre nomination ai prossimi Golden Globe e che sarà in onda ogni martedì su Sky Uno HD alle 21:10 a partire dal 7 gennaio – non potrebbe essere più chiara.

Lo show –  basato sui romanzi La regina della Rosa Bianca, La regina della Rosa Rossa e La futura regina appartenenti alla serie La guerra dei cugini di Philippa Gregory – è ambientato nella Gran Bretagna del quindicesimo secolo, e ripercorre in chiave romanzata le vicende relative alla famosissima “Guerra delle Due Rose”, il lungo ed estenuante conflitto che tra il 1455 e il 1485 vide contrapporsi York e Lancaster per il possesso della corona inglese.

La premessa storica è doverosa e necessaria. A partire dal 1455 l'Inghilterra è devastata da quella che è passata alla storia come la “Guerra delle Due Rose”, una bianca e una rossa. La prima simboleggia la casata York, la seconda la casata Lancaster, due rami cadetti della dinastia dei Plantageneti, entrambi risalenti a Re Edoardo III.

Fino al 1461 sul trono siede Enrico VI, appartenente allo schieramento della rosa rossa, ma il sovrano è mentalmente instabile, e da parecchi anni non riesce più ad amministrare a dovere la nazione.
Preoccupato per le sorti del paese, Riccardo III di York (padre del futuro Re Edoardo IV, cugino di Enrico VI) si fa proclamare Lord Protettore del Regno, ma i sostenitori di Enrico VI non sono d'accordo.

Scoppia così una violenta guerra di successione dinastica, che vede cadere Riccardo III in battaglia. Sarà suo figlio, aiutato dal conte di Warwick Riccardo Neville (conosciuto col soprannome The Kingmaker, il creatore di re) a vincere e appunto a sedere sul trono nel 1461, ma i decenni a venire saranno comunque puntellati da rivolte, insurrezioni e tentativi di rovesciamento delle forze in gioco.

The White Queen è dunque la storia di un paese in subbuglio, ma soprattutto è la storia di tre donne che a modo loro contribuiranno fortemente a influenzare l'andamento del conflitto.
Queste tre donne sono Elisabetta Woodville (la regina bianca del titolo), Margaret Beaufort (la regina rossa) e Anna Neville (la futura regina, nell'edizione originale dei romanzi The Kingmaker's Daughter, la figlia del creatore di re).

Elisabetta (interpretata da Rebecca Ferguson) si potrebbe definire la protagonista tecnica della miniserie. La vediamo per la prima volta nel pilot (l'anno è il 1464), quando incontra Edoardo IV (interpretato da Max Irons).
Tra i due scatta subito la scintilla, ma c'è un problema: Elisabetta appartiene a una famiglia che allo scoppio del conflitto sostenne i Lancaster, mentre Edoardo è uno York: riuscirà l'amore ad appianare i problemi derivanti dalle questioni politiche? Elisabetta sarà accettata dalla corte, o sarà ostacolata da tutti?

Margaret (interpretata da Amanda Hale) è invece la più fervida sostenitrice dei Lancaster, dai quali discende per via paterna. Fervente credente sinceramente convinta che sia la rosa rossa ad avere il diritto divino di regnare sull'Inghilterra, Margaret non ha dubbi: è Edoardo di Lancaster, il figlio esiliato di Enrico VI e di Margherita d'Angiò, il vero erede al trono.
Ma se questi per un motivo o per l'altro dovesse cadere prima di indossare la corona...beh, a quel punto ad avanzare pretese dinastiche sarebbe proprio suo figlio Enrico Tudor, nato dal primo matrimonio con Edmondo Tudor, imparentato per via materna con Enrico V Lancaster. Margaret, ora sposata con un uomo scelto per lei dalla crudele madre ma innamorata da sempre del fratello del suo defunto primo marito, Jasper Tudor, darà tutta se stessa per far sedere sul trono d'Inghilterra il figlio.

Veniamo infine ad Anna Neville (interpretata da Faye Marsay), la figlia più giovane di Riccardo Neville, The Kingmaker (interpretato da James Frain). Innamorata fin da piccola di Riccardo di Fotheringay (interpretato da Aneurin Barnard), duca di Gloucester, il fratello minore di Edoardo IV, la sua vita sarà breve e piuttosto travagliata, perché il padre la userà come garanzia della sua fedeltà dapprima agli York, poi ai Lancaster.
Riuscirà la giovane e combattiva Anna a coronare il suo sogno d'amore? Come arriverà a sedere sul trono di Inghilterra? Sposando un Lancaster o sposando uno York?

Completano il cast principale della miniserie il premio Oscar Janet McTeer (che interpreta Jacquette, la madre di Elisabetta), David Oakes (Giorgio Plantageneto, I duca di Clarence, l'ambizioso fratello minore di Eodardo IV), Eleanor Tomlinson (Isabella Neville, sorella maggiore di Anna), Juliet Aubrey (Anne de Beauchamp, moglie del Kingmaker), Veerle Baetens (Margherita d'Angiò), Ben Lamb (Anthony Woodville, il fedele fratello di Elisabetta), Rupert Graves (Lord Thomas Stanley, il secondo marito di Margaret Beaufort), Tom McKay (Jasper Tudor), Freya Mavor (Elisabetta di York, figlia di Elisabetta e Edoardo IV), Michael Marcus (Enrico Tudor) e Caroline Goodall (Cecilia Neville, la madre di Edoardo, Giorgio e Riccardo).


L'appuntamento con The White Queen è ogni martedì sera alle 21:10 su sky Uno HD a partire dal 7 gennaio.