di Fabrizio Basso

Ci si conosce da un po' di anni con Luca. Ecco perché ascoltare questo album è una emozione particolare. Molte canzoni fanno parte della storia di almeno tre generazioni di italiani. E non solo. E' capitato, nel tempo, di commentarle con lui. Dopo averle vissute e metabolizzate attraverso la radio e lo stereo, dopo averle condivise ai concerti, ci siamo poi incontrati. E, quando è capitato si è chiacchierato, di quanti ricordi siano legati a loro. Ora nove ce le ripropone, cantate con amici di sempre, in Fisico & Bestiale. Poi ci sono tre inediti. L'album sarà in vendita dal primo ottobre ma una anteprima ci sarà sabato 28 alle ore 00.50 su Sky Uno: Uno in Musica - Luca carboni è un video-racconto di trenta minuti girato a Bologna, nel quale il cantautore racconta la sua vita e le sue canzoni.

L’idea di "Fisico & Bestiale" è partita la scorsa estate: ripercorre questi 30 anni di carriera, definiti "un viaggio bellissimo", attraverso collaborazioni con amici. Nessuno gli ha detto di no, ognuno ha "imposto" a Carboni la sua (di lui) canzone preferita. Si parte con “Persone Silenziose”, brano scelto da Tiziano Ferro il quale afferma che "questa canzone è stata la musa ispiratrice per la mia carriera". Elisa canta “Vieni a vivere con me”, definita da Luca “la mia canzone d’amore più forte”.

"Farfallina” è l’unico brano che non è stato scelto liberamente ed è stato affidato ad Alice. Con Miguel Bosé, con cui aveva già collaborato nell’album “Mondo”, condivide "Inno Nazionale" in chiave più elettronica. "Mare mare" è interpretata con un altro bolognese D.O.C, Cesare Cremonini: "Parole dolci che rivendicano la fragilità della vita". Samuele Bersani sceglie “Gli autobus di notte”, una poesia descrittiva senza tempo. Franco Battiato vuole "Silvia lo sai", una richiesta netta e chiede, e ottiene, di cantare la parte del professore. Biagio Antonacci sceglie una canzone ricca di ricordi come “Primavera” e Carboni la spiega così: "Risale ai primi tempi in cui Biagio frequentava Bologna e iniziava a vivere la notte con noi". Infine Jovanotti opta per "Ci vuole un fisico bestiale": è una canzone che, a dire di Lorenzo, quando è uscita aveva la forza di un pugno e il suo video ha anticipato di vent'anni la grafica di Youtube.

Nel disco ci sono anche tre inediti: “Fisico&Politico“ è un duetto con Fabri Fibra: "Amo i rapper e la loro musica dice Carbon i- e sono soddisfatto di questa collaborazione. Fabri Fibra è stato bravissimo a scrivere un testo su un brano già prefissato a livello di tematica". Poi ci sono "Dimentica" e "C'è sempre una canzone" scritta da Luciano Ligabue che sembra una ninna nanna ma invece è una canzona di resistenza: tenere botta in questo periodo difficile.

Partirà a fine febbraio il tour teatrale ma c'è il sogno, nella seconda metà di dicembre, di fare una serata speciale con tutti gli ospiti del disco.