di Fabrizio Basso

Una partenza lenta e ponderata, dopo i 25 anni. Ma decisa, con passo fermo come chi frequenta le ferrate. E qui parliamo di sentieri del corpo, quelli che vengono segnati dai tatuaggi. Immagini, colori e simboli che raccontano la storia di una persona. Ketty Passa, cantante, deejay, veejay e conduttrice radiofonica, ne ha cinque. Ognuno con una sua storia. Uscita ad aprile col disco #cantakettypassa, realizzato insieme ai Toxic Tuna, ha una estate ricca di concerti. Ma un grappolo di pensieri è per i suoi tattoo. Venuti e che verranno.

Ketty Passa quanti tatuaggi ha?
Due. Di cui uno fatto in due parti.
Che intende?
Due K che si guardavano. Poi dietro ci ho aggiunto una spirale.
Cosa è un tatuaggio?
Una forma d'arte. Fino a 10, 15 anni fa lo avevano in pochi ed era rigorosamente simbolico, oggi è anche una moda. Il tatuaggio è ispirazione e vocazione. E' cultura. Che si diffonde grazie anche programmi come Best Ink.
L'ultimo?
Quest'anno mi sono fatta i due bicipiti. Li ho legati alla mia vita.
La spinta?
Da una parte ho Tank Girl, una guerriera a fumetti degli anni Novanta: lo ho fatto quando è morta mia nonna. Eravamo legatissime, per me era una guerriera buffa.
L'altro?
Un teschio con dei fiori intorno.
Complesso.
Sotto la pelle, sotto i capelli siamo tutti uguali: abbiamo un teschio. Io ci ho messo gli occhi del mio colore che sono lo specchio dell'anima. Poi i fiori: la peonia è nobiltà d'animo, l'iperico è originalità, l'orchidea femminilità ed eleganza.
Tattoo nascosti?
Ne ho uno all'altezza dell'osso sacro: 40 centimetri di pentagramma retto da due fiori con scritto It's only rock'n'roll but I like it. Racconta il mio amore per i Rolling Stones e il mio stile di vita rock.
Sono dolorosi da fare?
Io piango per una ceretta ma accetto sei ore di dolore per un tatuaggio.
Punti più dolorosi?
Vicino all'osso o dove c'è un po' di ciccetta.
Meno dolorosi?
Il bicipite, la parte esterna del braccio, dove la pelle è un po' più dura.
Ne farà altri?
Si ma piano. E' una mappatura della mia vita che mi porterò nella tomba quindi va compilata con giudizio.
Non teme il deterioramento da vecchiaia?
Mi fa ridere questa paura. La forza di gravità fa parte della natura.
Quindi?
Quando la pelle delle braccia si allenterà mi tatuerò le ali da pipistrello.
Geniale.
E così è il tatuaggio che si adatta al corpo.