Anche quest'anno l'Organizzazione Mondiale della Sanità celebra il 31 maggio la Giornata Mondiale Senza Tabacco. Un'occasione per riflettere sulla pericolosità del fumo, sulle conseguenze sulla nostra salute e anche, aggiungiamo noi, sulle nostre tasche. Infatti fumare costa, e anche parecchio.

Secondo un’indagine Doxa, commissionata nel 2012 dall’Osservatorio Fumo Alcol e Droga dell’Istituto Superiore di Sanità, un fumatore che arriva a fumare 20 sigarette al giorno al prezzo medio di un pacchetto che va dai 3,80 ai 6,50 euro spende tra i 1300 ai 2400 euro in un anno (clicca qui per vedere l’infografica con tutte le spese).

Naturalmente a queste spese solo per il costo delle sigarette vanno aggiunte anche le eventuali spese mediche che con ogni probabilità ogni buon fumatore dovrà nel corso della sua vita sostenere. Al di là degli scongiuri che ogni fumatore a questo punto farà, smettere o comunque diminuire drasticamente il numero di sigarette ci restituirà salute fisica e soprattutto tanti euro da spendere meglio e in maniera diversa.