Balla il flamenco con Bobo e Marco

Con tango è forse lo stile musicale più affascinante. Ha in se una vena melanconica che fa vibrare l'animo. Si declina per stili i quali sono ribattezzati palos. Ne esistono più di 50 anche se alcuni sono eseguiti raramente. Il modello ritmico del "palo" è chiamato "compás". In una rappresentazione tipica di flamenco il chitarrista suona a soli melodici detti falsetas intervallati dal compas che è il "tappeto sonoro" per il cantante. Si giunge dunque a una divisione: il compas produce strofe mentre quando il ballerino esegue un a solo di battito di piedi (zapateado) si parla di "escobilla".

Ci sono palos che si affidano solo a chitarra, canto e ballo, altri solo al canto e altri ancora solo canto e chitarra e non vengono di solito accompagnati dal ballo.

I "palos" flamenchi, nonostante qualche polemica, vengono divisi due grandi gruppi: il "cante jondo" (profondo) e il "cante chico" (piccolo). Al primo appartengono quelli di sofferenza. Al chico appartengono generi più leggeri come la buleria, il tango flamenco, l'alegria. Nella seconda categoria ci sono pure quelli denominati "de ida y vuelta", cioè di andata e ritorno (dall'America) come la guajira che presenta sonorità più latinoamericane.

Il flamenco è tipico dell'Andalusia e, in generale, è fortemente influenzato dal popolo nomade: affonda le sue radici nella cultura musicale dei Mori e degli Ebrei. Oggi è parte della cultura e della tradizione musicale spagnola; solo nella seconda metà dell'Ottocento ha valicato i confini spagnoli e iniziato ad avere sue espressioni in tutto il mondo.