di Linda Avolio

Non abbiamo dubbi: la quinta puntata di X Factor – in onda giovedì 21 novembre alle 21:00 su Sky Uno HD – sarà senza dubbio seguitissima dai Gleeks italiani. La domanda sorge spontanea: perché? Come mai i fan della serie targata Ryan Murphy dovrebbero aspettare con ansia la prossima diretta del talent campione d'ascolti?
Semplice: perché tra gli ospiti della quinta puntata dello show col fattore X ci sarà niente meno che Matthew Morrison, l'interprete di uno dei personaggi storici di Glee, il professor William Schuester.

Il poliedrico Morrison – che oltre a essere attore è anche cantante e ballerino – si esibirà con il brano It Don't Mean A Thing, tratto dal suo secondo album, Where It All Began, uscito il 4 giugno di quest'anno e prodotto dalla 222 Records, l'etichetta di Adam Levine.
Il disco è una raccolta di classici della tradizione musicale americana rivisitati in chiave contemporanea. Ecco cosa ci ha raccontato l'interprete di Mr Schue.

Buongiorno Matthew, anzitutto complimenti per il suo secondo album (Where It All Began) e per l'EP A Classic Christmas, uscito il 19 novembre. Entrambi i dischi sono stati prodotti dall'etichetta di Adam Levine, la 222 Records: com'è nata la vostra collaborazione?
Io e Adam viviamo entrambi a Los Angeles, ci conosciamo da una vita, siamo amici, e un giorno gli ho confessato che mi sarebbe piaciuto fare un album che celebrasse il meraviglioso sound degli anni '50 e '60. Lui mi ha detto “Nessun problema, te lo produco io!”, e pensavo stesse scherzando. Invece l'ha fatto per davvero, addirittura mi ha fatto suonare con un'orchestra di 60 elementi, cosa avrei potuto chiedere di più?

Giovedì sera parteciperà alla quinta puntata di X Factor: se potesse tornare indietro, parteciperebbe mai a un talent show?
Non credo...ho fatto tanta gavetta, sono partito da un piccolo teatro comunale e poi pian piano mi sono costruito una carriera di cui sono molto fiero. E' stata dura, c'è voluto un po', ma sono soddisfatto del mio percorso, quindi probabilmente rifarei le stesse cose.

Si vede nelle vesti di giudice di un talent show?
No, per niente! Sarei un giudice troppo buono, non avrei il coraggio di smontare i concorrenti! E poi essendo io stesso un performer preferisco non giudicare nessuno, a parte me stesso.

Tra i giudici di questa edizione c'è anche Mika, un artista di fama internazionale: le piacerebbe esibirsi con lui?
Se fosse per me mi esibirei con chiunque! Adoro le collaborazioni, davvero, è bellissimo quando due o più artisti lavorano insieme per creare qualcosa di unico. Giovedì, comunque, mi esibirò con il brano It Don't Mean A Thing, e insieme a me sul palco ci saranno molti ballerini. Insomma, sarà una performance piuttosto movimentata, spero di non rimanere senza fiato!

Parliamo ora di Glee, la cui quinta stagione è attualmente in onda sia negli U.S.A. sia in Italia: se potesse incontrare il suo personaggio, Mr Schue, cosa gli direbbe?
Che mi assomiglia un sacco! Scherzi a parte, gli direi “Complimenti, è stata dura, ma hai fatto un buon lavoro”. Will è stato una fonte d'ispirazione non solo per i ragazzi della serie, ma anche per tanti ragazzi che seguono lo show, è una persona che si rende conto che l'arte, anzi, le arti sono importantissime, specialmente in un momento come questo, dove rischiano di essere messe da parte. E' un professore ispirato e ispiratore, e non posso che stimarlo.

Qual è secondo lei il fattore X di una serie come Glee?
Il cast, senza dubbio. Ogni attore è perfetto per la sua parte, e nonostante molti personaggi in fondo siano degli archetipi – Rachel, per esempio, è la ragazzina sognatrice che vuole diventare una star, Kurt è il ragazzino gay vittima di bullismo, e così via –, ognuno ha acquistato un'anima proprio grazie alla bravura degli interpreti.

Quali potrebbero essere i punti in comune tra X Factor e Glee, a parte ovviamente il fatto che in entrambi gli show si canta e si balla?
Sono due programmi decisamente eclettici. Grazie al fatto che ci si esibisce con delle cover si esplorano molti generi e molti periodi storici. Penso che entrambi i programmi abbiano il pregio di portare la musica a più generazioni: quelle nuove possono scoprire i grandi pezzi del passato, mentre quelle più mature possono scoprire pezzi contemporanei che senza dubbio diventeranno dei classici.

Una curiosità: perché Mr Schue indossa sempre il gilet? Will è probabilmente l'uomo con la più grande collezione di gilet mai esisista sulla faccia della Terra, ma perché? E' la sua divisa, o è semplicemente una sua fissa?
Bella domanda! Come attore indosso quello che mi viene detto di indossare, quindi non ci ho mai riflettuto più di tanto...immagino che, insieme ai capelli, sia un'altra trovata degli autori per fare in modo che Sue Sylvester lo prenda in giro per il suo look. Ma forse, in fondo, il gilet è un po' il suo costume da supereroe, o meglio, da superprof. Il gilet è il suo mantello!

Cosa sente di avere in comune con il suo personaggio, e quali sono invece le differenze? Cos'ha imparato da Mr Schue?
Sicuramente siamo due persone positive, e poi tutti e due amiamo le arti e lottiamo in prima linea per proteggerle e divulgarle. A tal proposito, confesso che tra i miei sogni c'è anche quello di istituire una scuola per le arti performative, mi piacerebbe molto vedere nascere questo progetto. Le differenze...beh, per riallacciarmi alla domanda precedente, non mi vestirei mai come lui, ma soprattutto non permetterei mai a nessuno di prendermi in giro per i miei capelli! Amo i miei capelli! Cos'ho imparato da Will? Una cosa importantissima: la pazienza.

Progetti per il futuro?
Chiaramente la promozione degli album continuerà, e poi ci sono questa stagione di Glee e la prossima (ndr, la sesta, che sarà anche l'ultima), quindi professionalmente parlando per ora no, nessun nuovo progetto all'orizzonte. Riguardo la vita privata...beh, ho in progetto di sposarmi! E poi mi piacerebbe molto diventare padre...vedremo!


Matthew Morrison vi aspetta giovedì 21 novembre su Sky Uno HD per la quinta puntata del live show di X Factor, ma vi aspetta anche il venerdì alle 20:20 per gli episodi della quinta stagione di Glee sottotitolati e il martedì alle 21:10 per quelli doppiati.