di Fabrizio Basso

Sono la resident band di EPCC si divide. Ma solo per il sito di Sky Uno. Dopo avere seguito gli Street Clerks nelle loro rutilanti imprese musicali, ora chiediamo a ognuno di loro di rispondere a dieci domande...il primo a presentarsi all'appello è Alexander, voce chitarra elettrica e mandola. Intanto Epcc, il late night show di Alessandro Cattelan, va in onda in prima tv tutti i giovedì alle ore 22.10 su Sky Uno.

Cosa pensi quando canti hashtag #EPCC?

Cerco di non confondermi con l'hashtag della settimana precedente.
L’esperienza più bella di tutte le edizioni
La mensa di Sky
La collaborazione dei sogni a #EPCC.
Sarebbe bello suonare con Hozier o Justin Vernon. Anche Sting non sarebbe male. E Jovanotti.
Ci racconta Alessandro Cattelan?
Ale sul lavoro è un misto di leggerezza e professionalità. È molto spontaneo.
Dopo Fuori cosa arriverà?
Un nuovo disco, ma è ancora in fase embrionale.
Fossi tu il conduttore e Cattelan ospite che cosa gli faresti fare?
Lo sfiderei a una gara di palleggi.
Un ricordo di X Factor?
Poter suonare tutto il giorno potendo non pensare alla mail, Facebook o Whatsapp.
I tre più grandi nella storia col tuo strumento.
Jimi Hendrix, Mark Knopfler e Django Reinhardt.
Tre aggettivi per ognuno dei tuoi compagni di viaggio.
Francesco è bello, dirompente e pirotecnico. Valerio è bello, pronto e canterino. Cosimo è ballerino, bello e tecnico.
Su FaceBook c'è scritto: Genere Pop'n'Roll-New Folk...tradotto?
È un pop che prende spunto dal metal per poi trasformarsi in qualcosa di completamente diverso e uguale a se stesso. È come se fosse jazz con tre accordi senza note alterate, modulazioni o tempi dispari. Da qui il genere, che tradotto è Popolare Dondolare Nuovo Folklore.