In bigamia vince la primogenitura, parola di Alessandro Cattelan. Ma attenzione, il conduttore del late night show di Sky Uno, in onda ogni giovedì alle ore 23 per sette settimane, non si riferisce al classico triangolo, un uomo e due donne o due donne e un uomo. Lui eleva il concetto alla sacralità del dio pallone. Perché ospitando il capitano dell'Inter Javier Zanetti nella prima puntata di E poi c'è Cattelan, ha spiegato che quando sua moglie gli ha chiesto se ama più lei o l'Inter, la risposta non poteva essere che una, diplomatica ma emblematica: "Amo tutte è due allo stesso modo, ma l'Inter è arrivata prima".

Dopodiché, anche un po' commosso, si è seduto al fianco del suo capitano, ha chiesto agli Street Clerks di partire con la musica e gli ha dedicato una versione di Basket Case dei Green Day versione ballo del mattone. Ecco, forse non gli ha chiesto di ballare per pudore, ma siamo certi che se fosse stato libero di...liberare i sentimenti, capitan Zanetti se lo sarebbe abbracciato, coccolato e pure portato a casa. Premurandosi di sistemare in camera un letto a tre piazze. (F. Bas.)